Giovedì, 27 Febbraio 2014 14:09

Cyberbullismo. Un ambulatorio per curare i danni delle aggressioni virtuali

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Il Cyberbullismo, cioè le offese, le violenze psicologiche, le aggressioni verbali, gli insulti, la rivelazione sul web di segreti personali, è un fenomeno in preoccupante aumento tra gli adolescenti.

Una tendenza che si deve contrastare soprattutto con una corretta educazione a un uso consapevole del web; con la diffusione di nozioni e informazioni sulle potenzialità ma anche sui rischi che la frequentazione della rete comporta. Ed è una tendenza che richiede dalle strutture sanitarie adeguate risposte per fronteggiare i danni psicologici che le vittime del bullismo e del cyberbullismo subiscono.

Federconsumatori e Adusfbef, che hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione sull’argomento che ha avuto il patrocinio della Camera dei Deputati, accolgono con favore la notizia che a Roma, presso il Policlinico Gemelli è stato aperto un ambulatorio per curare sia le vittime del fenomeno sia i “bulli”, cioè i protagonisti attivi di questi episodi di intolleranza e di violenza. E’ un’iniziativa opportuna e incoraggiante che deve essere estesa ad altri centri di cura a Roma e su tutto il territorio nazionale.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]