Mercoledì, 16 Aprile 2014 15:51

Pasqua. Appena il 7,5% delle famiglie partirà

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Vacanze sempre più all'insegna del risparmio

ROMA - Sono pochissimi gli italiani che si preparano a partire in occasione delle festività di Pasqua, per i ponti del 25 aprile e del 1 maggio. Secondo le stime dell'O.N.F. - Osservatorio Nazionale Federconsumatori appena il 7,5% delle famiglie partirà (vale a dire appena 1,83 milioni).  Un dato drammatico per il settore del turismo, fortemente condizionato dal calo del potere di acquisto delle famiglie e da prezzi ancora troppo elevati. Chi partirà sceglierà soggiorni sempre più brevi, di 2-3 giorni, e mete non troppo lontane. Addirittura molti opteranno per una “gita in città”, tra musei ed aree archeologiche. Ecco alcuni esempi di gita (con i relativi costi) all’insegna della cultura, delle tradizioni, della gastronomia e dei prodotti tipici.

 

1- gita fuori porta alla scoperta della natura: – agriturismo – fattoria – parco o riserva naturale - borghi antichi

La soluzione ideale per chi vuole riscoprire il contatto con la natura e con gli animali in libertà. È possibile cimentarsi nelle attività più disparate, dal mungere le mucche al raccogliere le uova o semplicemente fare delle passeggiate nei boschi, anche a cavallo e in bicicletta. Interessante è senz’altro la gita nei borghi antichi, con passeggiate o visite guidate per unire la cultura al divertimento.

Per chi si ferma a dormire i prezzi per mezza pensione al giorno possono variare da:

2013

2014

Var.%

da

a

da

a

da

a

€    50,00

 €     65,00

 €    50,00

 €     67,00

0%

3%

 

2- Benessere e relax

Per chi, invece, preferisce rilassarsi e prendersi una pausa dalla routine quotidiana il posto adatto è un centro benessere o una località termale.

Il prezzo, ovviamente, varia a seconda dei trattamenti ed a seconda della permanenza, una giornata (escluso pernottamento) varia:

2013

2014

Var.%

da

a

da

a

da

a

€    35,00

 €   180,00

 €    33,00

 €   185,00

-6%

3%

3 - Tour enogastronomici e produzioni artigianali

Il palato non ha età. C’è, infatti, una passione che accomuna l’Italia dal Nord al Sud, dai più giovani ai più maturi: il made in Italy.

Dalla cucina, al vino, al settore manifatturiero (porcellane, cuoio, vetro…), sono molte le gite ed i percorsi che si possono organizzare per conoscere le produzioni tipiche e tradizionali delle varie Regioni italiane.

Per una giornata “tra tarallucci e vino”, il costo varia a seconda della scelta.

Il prezzo di un pranzo in agriturismo con menu tipico varia:

2013

2014

Var.%

da

a

da

a

da

a

€    28,00

 €     50,00

 €    28,50

 €     52,00

2%

4%

Degustazione di vino con tagliere di salumi e formaggi tipici varia:

2013

2014

Var.%

da

a

da

a

da

a

€    12,50

 €     32,00

 €    12,90

 €     32,00

3%

0%

 

 

4 – Gita culturale in città

La maggior parte degli italiani, invece, opterà per una gita cittadina all’insegna della cultura o dello svago: una visita al museo, alle zone archeologiche, al giardino botanico, o alle manifestazioni organizzate dagli enti locali.

I prezzi (che rispetto allo scorso anno non hanno subito aumenti) variano da: 

2013

2014

Var.%

da

a

da

a

da

a

€    13,00

 €     15,00

 €    13,00

 €     15,00

0%

0%

 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]