Martedì, 22 Dicembre 2015 11:10

Premio Makwan 2015 per i diritti umani a Isoke Aikpitanyi e Claudio Magnabosco Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

GENOVA - La giuria di EveryOne Group, composta da difensori dei diritti umani, artisti e scrittori civili, ha deciso di assegnare il Premio Makwan 2015 per i diritti umani a Isoke Aikpitanyi e Claudio Magnabosco.

“I due attivisti e promotori culturali” spiega nella motivazione la giuria, “sono fra le poche voci che si innalzano con forza per tutelare le vittime di tratta e combattere le moderne schiavitù”.

Isoke Aikpitanyi è nata a Benin City, in Nigeria, nel 1979 ed è giunta in Italia nel 2000. È autrice di libri che presentano al pubblico la piaga della tratta, di ragazze africane in Italia e nell’Unione europea, fra cui Le ragazze di Benin City, 500 storie vere. La tratta delle ragazze africane in Italia e la raccolta di poesie civili Spada, sangue, pane e seme. L’opere di Isoke e il suo esempio impediscono che l’orrore della tratta si svolga nell’indifferenza delle istituzioni e dell’opinione pubblica.

Claudio Magnabosco, 63 anni, è il marito di Isoke. Ha creato nel 2000 la prima rete contro le nuove schiavitù formata da attivisti ed ex clienti di prostitute in Italia. Il suo impegno a difesa delle donne prigioniere del mercato sessuale ottiene risultati sempre più importanti, tenendo desta l’attenzione delle istituzioni, delle autorità e dei media sul fenomeno criminale della tratta.

A Isoke Aikpitanyi  e Claudio Magnabosco è assegnato il premio Makwan, per sottolineare agli occhi del mondo l’enorme importanza della loro opera, che impedisce alla cultura e alla civiltà del nostro tempo di voltare la faccia di fronte a una delle più gravi violazioni dei diritti fondamentali e della dignità di alcuni fra gli esseri umani più vulnerabili.

Nella foto, Claudio Magnabosco e Isoke Aikpitanyi durante la performance di poesia e civiltà “P for Poetry - 100 Thousand Poets for Change”, il 26 settembre 2015

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]