Lunedì, 16 Novembre 2020 10:48

Giochi da casinò e videogames: trionfo e tripudio di gamification

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

La tecnologia ha preso il sopravvento: è da circa un trentennio che non si parla altro che di Rivoluzione Digitale, con cui si intende tutto quel complesso di pratiche che hanno portato il mondo in una direzione inimmaginabile solo qualche tempo prima

Oggi tutta un’epoca di progressi si può vedere negli attuali videogame, ma anche nelle slot machine. Anzi, soprattutto nelle slot machine. Trasformatesi, presto e rapidamente, da macchinette ingombranti a sofisticati meccanismi di gioco. Merito, fortunatamente, dell’altra rivoluzione: quella della gamification


Nei giochi da casinò la gamification è oggi il presupposto necessario per l’esistenza stessa di questa tipologia di giochi. Tutte le nuove slot machine online vengono sviluppate come autentici videogiochi. In futuro, questa tendenza, è destinata a svilupparsi ancor di più. E la tecnologia, che continua intanto la sua inarrestabile ascesa, farà sempre il resto. Ma cosa hanno in comune giochi da casinò e videogames?

In una sola parola lo stesso DNA. Videogiochi e slot condividono infatti le skills, cioè le caratteristiche. Quella della visual and audio rewards, per esempio, che comprende le sfide a livelli da superare al termine di cui si ricevono le “congratulazioni”, per stimolare i recettori del piacere nel cervello.

Ma le skills, ovviamente, non finiscono qui. Impossibile non citare la “near-miss”, le scuse che illudono puntualmente i giocatori che, in un prossimo tentativo, la partita andrà meglio. Nelle slot il meccanismo è identico: “cherry, cherry, bell” ed il gioco è fatto. Candy Crush dà spesso l’esempio di questa skills: una sola mossa sbagliata, una combinazione erronea, compromette tutto. E resta solo l’illusione della vittoria.

La Skinner’s box è un’altra caratteristica: il giocatore trova modelli anche quando non vi sono esempi da osservare. Tradotto: si trovano motivazioni anche difformi rispetto alla realtà. Un errore popolare commesso dai giocatori, che nelle slot si riflette nella credenza, diffusa quanto infondata, che se un numero non esce da tempo prima o poi uscirà di nuovo. Ma i punti in comune non mancano: il Progression System, il cosiddetto “leveling up” dei videogiochi, è ormai presente su ogni slot machine che si rispetti. Ed anche il power-up, le vite extra dei videogiochi, le abilità speciali, che nelle slot diventano jolly, scatters, multipliers, free spins, bonus games. Una gamification che non si limita solo all’iGaming, ovviamente, ma che ha ottenuto comunque risultati notevoli.

Il connubio videogiochi-slot ha prodotto così molti risultati, dando vita ad un percorso nuovo per entrambi i settori. Le nuove frontiere, nel mentre, sono state già aperte. L’industria del gaming e dei videogame ora guarda alle direzioni più user-friendly, per un futuro a più facile consumo. Il gioco, infine, ha trionfato.

Last modified on Giovedì, 19 Novembre 2020 10:49

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Rapporto Human Rights Watch sul Covid-19: “Chiunque trovi il vaccino deve con…

Rapporto Human Rights Watch sul Covid-19:  “Chiunque trovi il vaccino deve condividerlo"

Trasparenza, cooperazione globale e responsabilità per una cura alla portata di tutti. I governi dovrebbero massimizzare l'accesso al vaccino Covid-19 e garantirlo economicamente alle persone in tutto il mondo, ma altresì...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Lo schermo dell’arte. “Spit earth: who is Jordan Wolfson?”, documentario s…

Lo schermo dell’arte. “Spit earth: who is Jordan Wolfson?”, documentario su uno scultore dalla personalità complessa

Suo grande cruccio è non essere (ancora?) stato inserito alla Biennale di Venezia, ma Jordan Wolfson, è oggi uno degli artisti più controversi e famosi a causa di opere, inquietanti...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]