Venerdì, 30 Gennaio 2015 11:36

Crisi. Eurispes, per 7 famiglie su 10 potere acquisto eroso

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - L'erosione del proprio potere d''acquisto è ormai un dato di fatto per 7 italiani su 10 (71,5%), che hanno visto nell'ultimo anno diminuire nettamente o in parte la capacità di affrontare le spese con le proprie entrate.

E a mutare non sono solo i modelli di consumo, che si esprimono con la contrazione degli acquisti indirizzati al superfluo, ma anche i modelli di acquisto (e-commerce e mercato dell'usato). In piena ''sindrome del day by day'' gli italiani resistono ai contraccolpi della crisi vivendo alla giornata. La condizione economica delle famiglie è peggiorata nel 76,7% dei casi: con un aumento di 16,4 punti percentuali rispetto al 2014, quest'anno il numero di quanti non riescono ad arrivare alla fine del mese con le proprie entrate si attesta al 47,2%. 

Questi alcuni dei dati emersi dal ''Rapporto Italia 2015'', realizzato da Eurispes (Istituto di studi politici, economici e sociali) e presentato oggi a Roma presso la Biblioteca Nazionale Centrale.

Last modified on Venerdì, 30 Gennaio 2015 11:36

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Opinioni

Un’ora d’aria, anzi di Musica. Il lavoro dei grandi compositori entra in carcere…

Il Coro Gesualdo a Rebibbia: “l’uomo non nasce “stonato” va semplicemente “ri-accordato”, affrancato e confortato” Sono le ore dieci e trenta di un venerdì qualsiasi e alla Casa di Reclusione di...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077