C.Alessandro Mauceri

C.Alessandro Mauceri

Sabato, 15 Novembre 2014 18:23

Expo 2015, siamo ancora in alto mare

ROMA - La data d’inizio dell’Expo 2015, fissata per l’1 maggio del prossimo anno, si fa sempre più vicina e le notizie sull’evento, che avrebbe dovuto essere il simbolo dell’Italia in ripresa, si susseguono incessanti, specie dopo la visita del premier Matteo Renzi. Notizie che non riguardano solo l’iniziativa con molti di quelli incaricati di gestirla finiti sotto inchiesta o costretti a dimettersi.

ROMA - Qualche settimana fa le prime pagine dei giornali nazionali sono state riempite di notizie sull’esito degli Stress Test imposti (non si sa a quale titolo) dalla Banca Centrale Europea. Alcune banche italiane non hanno superato la prova e le conseguenze per loro, e l’Italia, sono state pesanti (il loro valore in borsa è crollato e tutti gli scambi hanno avuto gravi ripercussioni dall’esame della BCE).

ROMA - La comunicazione della Casa Bianca è stata diffusa contemporaneamente ad un’altra notizia sempre riguardante l’Iraq e gli Stati Uniti d’America. Secondo il New York Times, sarebbero più di seicento (seicentoventinove) i soldati americani, di stanza in Iraq, ad essere stati esposti a contaminazioni da armamenti chimici, biologici e radiologici nucleari (noti con la sigla Cbrn), tra il 2003 ed il 2011.

Cerca nel sito

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077