Bruna Alasia

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Il premio Oscar Nicolas Cage interpreta Gary Faulkner, personaggio reale che ha lui stesso suggerito Cage quale protagonista, nella vicenda incredibile ma accaduta, narrata dal film “Io, Dio e Bin Laden”, diretto da Larry Charles, con aggiunta di pindarici voli simbolici.  Per essere Gary Faulkner, Nicolas Cage ha messo su peso, si è fatto invecchiare, crescere barba e capelli, diventati canuti, e porta occhiali da vista.

ROMA – Stamane la Japan Art Association ha annunciato in contemporanea - a Londra, Parigi, Berlino, Tokyo, New York e Roma - i nomi dei vincitori del Praemium Imperiale. A Roma la cerimonia si è svolta sotto l’egida dell’ex Presidente del Consiglio Lamberto Dini, coadiuvato da Michico Fujii liaison officer del Premium, che è andato quest’anno al Maestro Riccardo Muti per la musica, al belga-francese Pierre Alechinsky per la pittura, alla giapponese Fujiko Nakaya per la scultura, ai francesi Christian de Portzamparc per l’architettura e Catherine Deneuve per il cinema/teatro.

“Hereditary” è il primo lungometraggio del regista, sceneggiatore e scrittore Ari Aster, che al suo attivo ha una serie di documentari e un romanzo, Sammy Barthowe At Your Service!,arrivato finalista allo Starcherone Prize for Innovative Fiction. Confezionato con esperienza tecnica, l’opera non stupisce e la trama ricorda tipici ingredienti del filone.

Cosa si cela nel cuore di una giovane donna che programmi di farsi esplodere all’interno dell’ambasciata di Damasco? Nelle vene di un ulivo, che distrattamente consideriamo cosa, ed è invece creatura viva, “Tutt’uno” a noi correlato? Cosa nelle lacrime di sofferenza di un migrante che vive nei sogni di chi lo ama? In una giovane prostituta di Bogotà?  Attraverso quali vie l’amore, di cui l’omosessualità è solo una delle infinite espressioni, riproduce la vita? 

Il 28 giugno del 1924 nasceva una delle figure più importanti della nonviolenza e dell’impegno civile nel ventesimo secolo: Danilo Dolci, sette volte candidato al Nobel per la Pace e vincitore del premio Lenin, il corrispettivo per i paesi dell’est. 

Hafsteinn Gunnar Sigurðsson racconta la quotidianità di una tranquilla zona residenziale di Reykjavik, dove una giovane coppia arriva a separarsi perché lei scopre il marito mentre guarda il video di un amplesso con un’ex. L’uomo torna a casa dei genitori e combatte per far riconoscere i suoi diritti di padre, mentre i suoi due vecchi iniziano un contenzioso con dei vicini a causa di un albero e di un gatto.

Dopo i fatti dell’11 settembre l’occidente, e l’America in particolare, sono profondamente scossi. Il film di Nicolai Fuglsig racconta, usando la retorica, un episodio realmente accaduto, nel quale 12 coraggiosi membri delle Forze Speciali dell’esercito americano, conosciuti come Berretti Verdi, si offrirono volontari per andare in Afghanistan al contrattacco di Al-Qaeda. Erano Mitch Nelson e i suoi  uomini che a fianco di Abdul Rashid Dostum, signore Uzbeko della guerra, tentarono di ricostruire l’alleanza del nord a fine antitalebano.

“Sea sorrow - Il dolore del mare”, il documentario sui rifugiati nel quale Vanessa Redgrave ha debuttato alla regia, è un pugno nello stomaco che ci fa sentire con mano la cruda realtà sui profughi: drammatiche interviste a ex bambini che raccontano cosa significhi abbandonare la patria per evitare la morte, piccoli siriani o dell’Afghanistan, orfani di genitori massacrati, in viaggio pericolosamente per mesi alla ricerca di una protezione, nel terrore quotidiano di essere uccisi: “Mi ha salvato Dio” ripetono con occhi sbarrati dalla meraviglia.

ROMA - Patrocinato da Agcom, Treccani, Università degli Studi di Roma La Sapienza e Fondazione Sapienza e ospitato dalla Camera dei Deputati si è svolto il convegno “Dove non arriva la privacy.

Negli anni sessanta si parlava di “fantasia al potere”: nel campo dell’arte lo è stata davvero? In Corpo a corpo. Estetica e politica nell’arte italiana degli anni Sessanta” di Carlotta Sylos Calò, edito da Quodlibet Studio, si cerca di dimostrare che questo è realmente accaduto, anche se per un breve periodo di tempo.

Pagina 1 di 113

Cerca nel sito

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077