Martedì, 17 Dicembre 2013 14:46

Biennale Musique en scène. Dedicata a Heiner Goebbels 5-29 marzo 2014

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

LIONE - Lione presenta la più grande retrospettiva mai organizzata in Francia, su uno dei personaggi di spicco della scena internazionale contemporanea: Heiner Goebbels. Dal 1992 la «Biennale Musique en Scène» offre alla citta di Lione un vasto calendario di eventi legati alla musica contemporanea. Quest’anno dal 5 al 29 marzo 2014 nei principali teatri e musei della città, cuore del Dipartimento del Rodano-Alpi, verranno presentati spettacoli di teatro, concerti, istallazioni e riproduzioni video.

 

Tema principale scelto quest'anno dal delegato artistico, Damian Pousset, è «Le nuvole», inteso non come argomento poetico e onirico, ma come evoluzione del « cloud coumpting», la nuvola tecnologica, nonché della potenzialità di poter condividere la musica anche attraverso i supporti digitali. Ascoltare musica sul proprio cellulare, suonarla tramite uno schermo, inserirla e condividerla in rete non é mai stato cosi semplice come adesso. 

Per gli appassionati di musica e arte contemporanea questa VII edizione é un evento da non perdere, infatti come la scorsa anche questa biennale sarà caratterizzata dalla presenza di un invitato speciale, Heiner Goebbels, a cui viene dedicata la più grande retrospettiva mai organizzata in suo onore in Francia.  Heiner Goebbels  é uno degli artisti più rappresentativi di quella tipologia d’arte che si serve in maniera indifferenziata di teatro, musica e arti visive, e che ha come cuore artistico, la trasversalità legata ad un gusto spiccato per tutto ciò che è rappresentato dalla moderna tecnologia. La sua è un'arte multisfacettata, che fonde più discipline conosciute e che utilizza in maniera quasi figurativa, materiali e esperienze vissute dall’autore.


Nato a Neustand nel 1952, Heiner Goebbels dal 1972 vive a Francoforte, dove inizia la sua carriera di compositore e scrittore di musica per il cinema e la danza. Registra per numerosi dischi, tra il 1976 e il 1981 suona con la «Sogenanntes Linksradikales Blasorchester» (Orchestra di ottoni), dal 1976 al 1988 in duo con Alfred Harth e poi con gli dal 1982 al 1992, con gli «ART-Rock-Trio Cassiber». 

A metà degli anni '80, Heiner Goebbels realizza pezzi radiofonici, spesso sui  testi di Heiner Müller. A partire dal 1988, compone per Ensemble Modern «Red Run», «Befreiung» e «La Joulosie», prima opera presentata a Parigi nel 1992.


Dopo una serie di opere per la scena («Der Mann in Fahrstuhl», nel 1987 e «Prometheus» nel 1991), compone e realizza una sinfonia «Surrogate Cities», creata nell'agosto 1994 all‘Alte Oper di Francoforte per la «Junge Deutsche Philharmoni», e poi presentata al Festival «D’Automn» a Parigi. Realizza poi, prendendo spunto da Kierkegaard et Robbe-Grillet nel 1995, «Max Black» - con Andre Wilms - al teatro Vidy-Lausanne nel 1998 e Eislermaterial (Josef Bierbichler e l’Ensemble Modern) a Monaco, per il centesimo anniversario della nascita de Hanns Eisler.


L'opera «Schwarz auf Weiss» (1996), rinforza la relazione con i musicisti dell’Ensamble Modern, che suonerà questa opera una sessantina di volte. Nel 2000, realizza «Hashirigak» sui testi di Gertrude Stein, la stessa sera le percussioni  e tre istallazioni per l’esposizione «Le temp, vite!» al Centre Pompidou.

Last modified on Martedì, 17 Dicembre 2013 17:36

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

Poesia

Buonanotte Mondo

Allontanare i pensieri 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

Romanzi e racconti

Procida, terra e mare. La storia di Gioconda

Procida, terra e mare. La storia di Gioconda

Gioconda guarda il mare. Dietro di sé la porta verde di casa, a sinistra il sentiero che porta al faro e agli orti, a destra la via che va al...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

LAB.jpg

ITC.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 73. La giovane selezione della Cinéfondation

Cannes 73. La giovane selezione della Cinéfondation

CANNES - Lo sfortunato Festival del cinema di Cannes, una delle manifestazioni internazionali più importanti che ha pagato duramente le interferenze del coronavirus,  presenta la selezione Cinéfondation del 2020, ovvero...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Intervista a Serlio Selli, direttore del laboratorio di Cromatos, l'azienda che colora il nostro vivere quotidiano 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Sport

Serie A: si riparte tra tamponi, contagi e la massima imprevedibilità

Serie A: si riparte tra tamponi, contagi e la massima imprevedibilità

Quarantotto giorni: è questo l’arco temporale che è passato dalla fine della scorsa stagione e l’inizio della prossima, ormai praticamente alle porte.

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]