Martedì, 30 Agosto 2016 10:31

Venezia 73. Una laguna dall’aria americana

Scritto da

LIDO DI VENEZIA (nostro inviato) Non ci sarà, come di regola accade, la serata di gala con cena, la sera dell’apertura della 73ma mostra di Venezia, in segno di partecipazione al cordoglio delle zone terremotate. I festivalieri sospendono gli eventi ludici, riflettendo sulla precarietà della condizione umana e inaugurando una kermesse che annuncia un cinema di alta qualità, difficile da conquistare anche dalle migliori competizioni e , al tempo stesso, godibile per i non iniziati. 

È evidente l’apertura con “La La Land” di Damien Chazelle, che – a detta degli organizzatori – è un film che potrebbe andar dritto sulla strada degli Oscar e la chiusura con un grande film popolare, il rifacimento de “I Magnifici 7 “ firmato da  Fuqua. C’è curiosità per la pellicola statunitense del bravo Pablo Larrain “Jackie”, che narra le tensioni tra la vedova, nei giorni seguenti la morte del presidente John Kennedy, e il successore Lyndon Johnson, ansioso di prendere il suo posto.  Americana la serie di Paolo Sorrentino (Young Pope), americana la trasposizione cinematografica del best-seller australiano “La luce sugli oceani”, romanzo che muove interrogativi etici non banali, del regista Cianfrance con Michael Fassbender. Targato USA l’horror d’autore di “The bad batch” di Ana Lily Amirpour, una storia d’amore tra un cannibale e la donna destinata a essere il suo cibo. Aggiungiamo il documentario sull’origine e il senso della vita  di Terrence Malick (Voyage of Time),  gli Animali Notturni dell’ex stilista, oggi regista Tom Ford, il documentario di Andrew Dominik  “One More Time With Feeling”. E non sono stati menzionati tutti.

L’autorevole Hollywood Reporter sostiene che quella che sta  per partire è una Venezia molto americana, pur senza aver ceduto al cinema commerciale. Nei fatti, non pochi film che negli ultimi anni si sono aggiudicati una statuetta hanno debuttato al Lido. Molto si deve allo stile del bravo Alberto Barbera, il direttore,  che ha preferito ridurre i titoli rispetto a Mueller,  il suo predecessore, lavorando a scelte ibride tra cinema d’autore e cinema popolare. Un’intuizione di talento, soprattutto dopo le molte critiche a opere lunghissime, rarefatte e per pochi iniziati, come se la godibilità e i temi universalmente recepiti, fossero cinematografia di serie B:  esempio per tutte il bellissimo Philomena di Stephen Frears, acclamato dalla stampa e snobbato, forse per legittima difesa, dalla giuria degli addetti ai lavori.

A tutto ciò va aggiunto il cosiddetto “Cinema nel giardino”, la nuova sala che ospiterà film d’autore, adatti al pubblico non cinefilo. Sezione non competitiva, che prevede una selezione di opere, anche di diverso genere e durata,  precedute o accompagnate da incontri e approfondimenti con autori, interpreti e personalità del mondo dell'arte e della cultura, nella quale sono inseriti  esclusivamente film in prima mondiale alla Mostra. Finalmente un cinema che si rivolge in primis al suo destinatario: lo spettatore.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Il mondo muore

Un freddo è sceso nel mio cuore l’ansia mi stringe la gola acuti spigoli feriscono l’anima.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 73. Spike Lee Presidente della Giuria

Cannes 73. Spike Lee Presidente della Giuria

Il settantatreesimo Festival di Cannes si svolgerà dal 12 al 23 maggio 2020, il regista americano Spike Lee sarà Presidente della giuria. 

Redazione - avatar Redazione

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]