Lunedì, 05 Giugno 2017 19:47

Casina delle Civette. “Il meraviglioso mondo di War” viaggia nel sogno. Recensione

Scritto da

ROMA - Walter Guidobaldi, in arte Wal e il suo meraviglioso mondo viene spiegato ora ai neofiti attraverso una mostra di 50 sculture realizzate nell’ultimo decennio, in programma fino al primo ottobre alla Casina delle Civette di Roma.

A curare questa accurata selezione è il critico d’arte Cesare Biasini Selvaggi che ha scelto di ripercorrere l’immaginario collettivo infantile proprio tramite delle figure fanciullesche intente a esibirsi in giochi di destrezza e degli animali fantastici tra civette, gatti, maialini, lumache, rinoceronti, mucche, pinguini, conigli, modellati in sculture a tutto tondo, di marmo, bronzo, resina o di terracotta, monumentali oppure di piccolo formato, che troneggiano nel delizioso spazio di art déco di villa Torlonia.

L’arte come strumento in grado di evocare e riconoscere mondi interiori, dominati dall’immaginazione è senz’altro lo strumento di cui si serve Wal, emiliano classe 1949, tra gli esponenti di punta dei “Nuovi-nuovi insieme” (tra gli altri Ontani, Salvo e Mainolfi), la cui leggerezza ludica del tratto, quasi degna di Palazzeschi, e il recupero del colore, dell’immagine e della manualità intendevano reagire al clima estremamente razionale stabilitosi  negli anni Settanta intorno alle poetiche del cosiddetto “concettuale”.

La magia scaturita dalla visione, in interni ed esterni, di figure fiabesche e reali ma surrogate di una indiscussa e personalissima fantasia, ci fanno pensare ai fratelli Grimm e a Lews Carrol, ma anche ad esponenti artistici colti,come Goya e Gagneraux per arrivare ad Elémire Zolla nel ritorno ad un primordiale stupore per l’intero universo. Dal gigantesco gatto albino all’ingresso del giardino, padre dei ricorrenti felini molti amati da  Wal, ai corpi astrali ed eterei dei putti-monelli simil divinità, l’immaginazione è il motivo conduttore di un’esposizione alquanto originale che ben integra il gioco mentale  ad una manualità fabbrile, contaminando numerosi modelli classici di riferimento con libero sfogo, creatività straripante e una infinita dose di ironia.

Si torna bambini attraverso la ricerca artistica di Wal, e con questa bella iniziativa, accompagnata da un catalogo edito da Exibart Edizioni, si ritrova la propria capacità di sognare, dimenticandoci per un momento del peso odierno cui ci costringe una impersonale e  soffocante virtualità tecnologica.

La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è organizzata da Maniero Associazione culturale e realizzata da Exibartlab.

Mostra: “Il meraviglioso mondo di Wal. Sculture fantastiche, animali magici e dove cercarli”

Sede: Musei di Villa Torlonia, Museo e Giardino della Casina delle Civette, via Nomentana 70, Roma

Apertura al pubblico: 20 maggio – 1° ottobre 2017

Curatori: Cesare Biasini Selvaggi e Maria Grazia Massafra

Allestimento: Monica Petrungaro

Catalogo: Exibart Edizioni

Orario mostra: martedì – domenica 9.00 – 19.00

La biglietteria chiude 45 minuti prima

INFO 060608 

Biglietto d’ingresso: Biglietto Casina delle Civette: € 6,00 intero; € 5,00 ridotto.

La mostra è parte integrante della visita.

Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) € 5,00 intero; € 4,00 ridotto.

Ingresso gratuito per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana la prima domenica del mese.

Elisabetta Castiglioni

Giornalista e Promoter Culturale

www.dazebaonews.it

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 70. A sorpresa vince “The square”. Tutti i premiati

CANNES -  La giuria del  Festival Internazionale del Film di Cannes  presieduta da Pedro Almodovar e composta da Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing, Agnès Jaoui, Park Chan-wood, Will Smith, Paolo Sorrentino, Gabriel...

Redazione - avatar Redazione

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077