Venerdì, 24 Novembre 2017 15:56

“50 Primavere”, come non temere la fine della gioventù. Recensione

Scritto da

Un film che racconta la paura di invecchiare, tema universale. Blandine Lenoir, la regista, essendo donna e vivendo in una società in cui la perdita dell’appeal fisico penalizza soprattutto il suo sesso, ne rileva con ironia gli aspetti di genere e, allo scopo, inserisce un’intervista reale dell’antropologa ed etnologa femminista Françoise Héritier che spiega come sopraggiunta la menopausa, fino a poco tempo fa l’esistenza di una donna s’interrompesse. 

Girato nella provincia francese “50 Primavere” racconta di Aurora – la brava e naturalissima Agnes Jaoui -   cinquantenne, divorziata e in cerca di lavoro, con due figlie che si affacciano alla vita, una delle quali aspetta un bambino. Malgrado non sia vecchia e sia sempre piacente, Aurora sente il peso del tempo che passa, soprattutto ora che è entrata in menopausa e presto diventerà nonna. Aurore però è una persona molto attiva, non può rinunciare a un’esistenza piena e soddisfacente. Quando incontra per caso un vecchio amore di gioventù, ne è subito attratta e sogna di rivivere gli entusiasmi adolescenziali. Ma l’uomo non sembra essere dello stesso avviso …

Opera psicologica e di costume, il film registra i cambiamenti odierni, l’ampliarsi della vita non solo dal punto di vista biologico, ma anche mentale. Un filone che, negli ultimi tempi ci ha abituato a leggere persino la terza età in maniera diversa e affettivamente viva, sconsacrando i pregiudizi legati a questa fase.

  • DATA USCITA: 21 dicembre 2017
  • GENERE: Commedia, Drammatico
  • ANNO: 2017
  • REGIA: Blandine Lenoir
  • ATTORI: Agnes Jaoui, Thibault de Montalembert, Pascale Arbillot, Lou Roy-Lecollinet, Samir Guesmi
  • PAESE: Francia
  • DURATA: 89 Min
  • DISTRIBUZIONE: BIM
Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Festival di Cannes

Cannes 71. La relatività dei premi

CANNES (nostro inviato) -  Il festival di Cannes è finito, le palme sono state assegnate. Gli autori che si affacciano alla ribalta identificati. Un festival è sempre un momento importante...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Cinema: “Interstellar”, l’amore oltre il tempo e lo spazio

Il film di Christopher Nolan è uno dei classici della fantascienza per l’accuratezza degli effetti speciali, la descrizione di tematiche complesse sui buchi neri e per l’aspetto emotivo della storia

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Opinioni

Un’ora d’aria, anzi di Musica. Il lavoro dei grandi compositori entra in carcere…

Il Coro Gesualdo a Rebibbia: “l’uomo non nasce “stonato” va semplicemente “ri-accordato”, affrancato e confortato” Sono le ore dieci e trenta di un venerdì qualsiasi e alla Casa di Reclusione di...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077