Sabato, 23 Dicembre 2017 13:08

Elisa, Gigliola Cinquetti e Mia Martini: quando la musica è davvero arte

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

Quanta magia, quanta meraviglia, quanta gioia e quanti sorrisi nell'arte di Elisa e di Gigliola Cinquetti, rispettivamente giunte al traguardo dei quaranta e dei settant'anni e più che mai desiderose di continuare a conoscere e scoprire il mondo! 

Una musica, la loro, intensa, potente, colta e popolare; un leggero accompagnare le diverse generazioni, prendendo per mano padri e figli, speranze ed emozioni, sogni e aspettative, nostalgie e sguardi al futuro, senza mai scadere nei toni urlati e nello squallore che caratterizza i tempi moderni. 

Elisa e la sua voce penetrante, Gigliola ed i suoi messaggi pacati e dolcissimi, entrambe vincitrici di Sanremo ed entrambe in grado di restare protagoniste e di confermarsi nel corso dei decenni, grazie alla spontaneità, alla gentilezza e alla gioia di vivere che emana dalle loro canzoni. 

La musica come felicità, come riflessione, come passione, come amore per il prossimo e come splendore dell'anima che si riversa sugli altri e compone un quadro di bellezza e di crescita collettiva. La musica come obiettivo, come orizzonte, come destino. La musica ma non solo, almeno nel caso della Cinquetti, a dimostrazione di una personalità poliedrica e sempre pronta ad esplorare nuovi universi, rendendo l'artista veneta una delle personalità più gradevoli da ascoltare in un panorama nazionale oggettivamente avaro di talenti e drammaticamente invaso da stucchevoli primedonne di entrambi i sessi. 

Il caso di Mia Martini, morta ventidue anni fa a causa di un fibroma all'utero non operato per la paura che attanagliava l'artista calabrese di veder mutare il proprio timbro di voce e che quest'anno avrebbe compiuto, a sua volta, settant'anni, è diverso ma non meno degno di attenzione rispetto ai precedenti. 

Tre storie di donne, dunque, di cantanti, di pittrice dell'anima e di sognatrici indomite. Tre storie che è bello raccontare sotto Natale per sentirsi, se non più buoni, quanto meno più sensibili e aperti nei confronti del prossimo. Di questi tempi, non è poco. 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Assolo

Amo quelli che non rinunciano ai propri sogni. Quelli che si rialzano sempre, anche quando si sentono a terra.

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Festival di Cannes

Cannes 71. Il 25 ottobre esce “Angel face”. Recensione

“Angel Face” ha debuttato al Festival di Cannes 2018 nella sezione Un Certain Regard, dedicata alle migliori novità dei giovani autori e il 25 ottobre arriverà nelle sale italiane.

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Amos Oz. In memoria

Esiste un luogo della parola che ha a che fare con la profezia: quel potere onirico che la scrittura sprigiona quando diviene impronta della storia e, al tempo stesso, visione...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Rizzoli. “Le mie risposte alle grandi domande” di Stephen Hawking. Recensione

“Le mie risposte alle grandi domande” di Stephen Hawking edito da Rizzoli (pagg. 199 euro 17,00) e uscito pochi mesi dopo la sua morte, avvenuta il 14 marzo scorso, con...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Speech Art

La cultura como motor económico y social. El caso latinoamericano. Entrevista a …

El año pasado en Roma, en el marco de la conferencia “Cultura e Sviluppo, una prospettiva latinoamericana” al MAXXI, organizada por el IILA, nos encontramos con Trinidad Zaldívar, Jefa de...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077