Domenica, 09 Settembre 2018 18:46

Venezia Classici 75. Morte a Venezia, quando la Mangano lavorò gratis

Scritto da

VENEZIA - Si racconta che sul copione la parte di quel personaggio femminile  era senza battute, praticamente muta. L’attrice straniera alla quale Luchino Visconti l’aveva proposta ne fu delusa e rifiutò la scrittura. Si fece avanti la Mangano che disse “La faccio io, e non voglio essere pagata”.

Morte a Venezia, il film che il più grande regista italiano di quegli anni (era il 1961) diresse non senza problemi (anche la scelta dell’interprete del personaggio di Tadzio fu complicata e costò al regista decine e decine di provini in alcune scuole scandinave alla ricerca del giovane dal fascino ambiguo)   quell’anno vinse a Cannes il premio speciale della giuria. Giustamente fa parte della pattuglia di film restaurati negli ultimi dodici mesi che la Mostra  presenta nella rassegna “Venezia Classici”.

Restaurato  dalla Cineteca di Bologna con la collaborazione della Warner Bros che lo produsse, è un film che vanta un cast tecnico d’eccezione: oltre alla splendida regia di Visconti, si avvale della fotografia  di Pasqualino De Sanctis, del montaggio di Ruggero Mastroianni, il fratello montatore del Marcello attore, dei costumi di Piero Tosi, mentre le musiche sono di Mahler, Lehar, Mussorskj, Beethoven.

Ispirato all’omonimo romanzo di Thomas Mann, Morte a Venezia è la storia del tragico incontro del compositore   Gustav von Aschenbach con il giovane Tadzio sulla spiaggia del lido di Venezia  fra le colorate capanne dell’hotel des Bains. L’anziano musocista si innamora perdutamente del ragazzo e si lascia morire sulla spiaggia mentre si  sta diffondendo un’epidemia di colera.  La tematica omosessuale affrontata con decisione da Visconti procurò al film cocenti critiche. Che non toccarono la bravura degli interpreti: Dirk Bogarde nel ruolo del protagonista, il nostro Romolo Valli e la Mangano nel ruolo della madre di Tadzio, lo svedese Bjorn Andresen.  Un film che non risente degli anni (quasi mezzo secolo) e che fa rimpiangere il nome di Visconti, un maestro che poche cinematografie fra le maggiori possono vantare. 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

Poesia

Voyerismo e Solitudine

Nel 2014 a Mosca, Serghiei Kirillov, un giovane operaio, si suicida in diretta Skype mentre gli altri utenti lo incitano a compiere il gesto.

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Innamorarsi del diavolo

Aborro i tratti di penna… che attingono alle viscere dell’inferno.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

Pazzie d’amore

Nel 1978 Claudio Scimone e i Solisti veneti presentarono a Verona, in occasione del trecentenario della nascita di Antonio Vivaldi, l’Orlando Furioso con un cast eccezionale.Tre dischi che fecero storia...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Festival di Cannes

Cannes 71. La relatività dei premi

CANNES (nostro inviato) -  Il festival di Cannes è finito, le palme sono state assegnate. Gli autori che si affacciano alla ribalta identificati. Un festival è sempre un momento importante...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Terzo Congresso Nazionale ISCCA: "THE FUTURE FLOWS"

Il terzo Congresso Nazionale dell’ISCCA (Società Italiana per l’Analisi Citometrica Cellulare) sarà ospitato quest’anno a novembre nella splendida cornice romana, nel centralissimo quartiere Prati, a pochi passi dalla Città del...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Chimica Analitica: innovazione continua a 360 gradi

Ben considerando ed attentamente valutando si può dire che in fondo la chimica, dalle origini e per molti anni, fu fortemente analitica, impegnata nell’acquisizione di conoscenze sul mondo inorganico e...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077