Giovedì, 05 Settembre 2019 08:36

Venezia 76. La commare secca (1962), il primo Bertolucci

Scritto da

La “ commare secca”, in un sonetto di Giovacchino Belli. è la morte. Il film, del 1962, è il primo girato da Bernardo Bertolucci appena ventunenne.

A dargli un mano nell’esordio nella regia c’è l’amico Pier Paolo Pasolini, suoi il soggetto e la sceneggiatura,  al quale la storia non deve essere dispiaciuta, perché  molto vicino al suo genere, sia letterario che cinematografico. E’  la storia di una mondana trovata morta sul greto del Tevere e delle indagini che la polizia svolge per trovare il colpevole nascosto in un piccolo gruppo di sospettati: vagabondi, ruffiani, ladri, appunto pasoliniani “ragazzi di vita”. Ognuno di loro ha un alibi, le testimonianze si intrecciano, le accuse reciproche  confondono le idee ai poliziotti. Ma alla fine il responsabile salta fuori, non prima che uno degli indiziati faccia una brutta fine nel tentativo di eclissarsi. Fra gli interpreti, alcuni  praticamente sconosciuti, o presi dalla strada, spicca  la promettente Gabriella Giorcelli, Marisa Solinas, Allen Midget,  Giancarlo De Rosa, Francesco Ruiu, Vincenzo Ciccora, Alvaro D’Ercole. Il film  fu presentato alla Mostra di Venezia di quell’anno con scarso successo, di critica e di pubblico, ma  per il giovanissimo neoregista segnò l’esordio  di una carriera strepitosa. Il film fu presentato nel 1962 alla Mostra di Venezia dove quest’anno ritorna in un’edizione accuratamente restaurata. 

LIDO DI VENEZIA Giovedì 5 settembre 2019

14:00 SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI 

LA COMMARE SECCA di Bernardo BERTOLUCCI (Italia, 1962, 92’, v.o. italiano s/t inglese) 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]