Martedì, 28 Gennaio 2020 10:56

Premio Zavattini 2019-2020. I vincitori e le novità

Scritto da

ROMA - Un premio Zavattini che si rinnova e ingrandisce, è stato quello presentato quest’anno, nella sede romana dell’AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e democratico), dal suo presidente Vincenzo Vita, da Antonio Medici direttore del Premio, da Cristiano Migliorini dell’istituto Luce, da Gabriella Gallozzi di Bookciak Azione! e dal Presidente di Giuria Granfranco Pannone.

“Si può capire il futuro solo se si lavora sulla memoria in modo non accademico, immergendosi nella società”,  Vincenzo Vita, presidente della Fondazione AAMOD, che promuove il Premio Zavattini ha affermato: “Si può capire il futuro solo se si lavora sulla memoria in modo non accademico, immergendosi nella società. Oggi Cesare Zavattini, di fronte alle straordinarie potenzialità del digitale che si impoveriscono nei selfie e nelle apparenze, avrebbe comunque spinto i giovani a lavorare concettualmente, proprio su questi materiali ‘usa e getta’ per documentare nella maniera più creativa la realtà e il ruolo dell’immagine nella nostra vita. Inoltre – ha aggiunto – se proprio nel ‘giorno della memoria’ abbiamo visto ricomparire sui muri scritte di un certo tipo, è perché essa non viene usata abbastanza. Il premio ha il fine di conservarla e valorizzarla. Si tratta di ‘militanza culturale’ sulla quale scommette l’archivio”

 Il premio Zavattini dal 2020 annuncia la sinergia col Premio Bookciak,Azione!. Sinergia che prevede la selezione, in collaborazione col premio Zavattini, dei migliori corti ispirati ai diari-romanzi di LiberEtà, casa editrice dello Spi-CGIL. Il riuso creativo parte dai diari dei pensionati per arrivare a un video massimo di tre minuti, che esprima gli aspetti più significativi del libro. Sarà la direzione del Premio Zavattini a scegliere il vincitore della sezione “Memory Ciak” dell’edizione 2020 del premio Bookciak, Azione! che avrà la sua anteprima il prossimo primo settembre al Festival di Venezia, evento di pre apertura delle Giornate degli Autori in collaborazione con SNGCI e Spi-CGIL LiberEtà.

Nella stessa giornata  è stato avviato  anche il progetto di residenza artistica “Unarchive. Suoni e Visioni”, che porrà l’accento sulla funzione di ricerca e ampliamento sensoriale che la musica può avere nei confronti del cinema d’archivio e sulla possibilità che la scrittura musicale possa risemantizzare e intensificare le immagini filmiche.

I tre progetti vincitori a pari merito del Premio Zavattini 2019/20, annunciati dalla Giuria,  Sono Il mare che non muore di Caterina Biasucci, Lo chiamavano Cargo di Marco Signoretti e L'angelo della storia di Lorenzo Conte. Gli autori riceveranno il sostegno del Premio per la realizzazione dei rispettivi cortometraggi e il riconoscimento di 2.000 euro ciascuno a lavoro terminato. Assegnata anche una menzione speciale a Het di Santiago Torresagasti, che potrà utilizzare liberamente il materiale d'archivio dei promotori dell'iniziativa.

Un saggio in embrione di tutti i corti cinematografici è stato proiettato nella sede dell’AAMOD e ha suscitato approvazione e applausi perché in esso si evidenzia, pur se in nuce, un notevole calibro. Antonio Medici, direttore del Premio, ha infatti sottolineato la qualità di tutti i progetti finalisti, augurandosi che anche gli autori non premiati possano proseguire nei percorsi di produzione e diffusione, forti delle spinte personali, di una comunità che si è creata,  ma anche di materiali di presentazione dei progetti  (un teaser e un dossier) bene impostati.

 Il presidente  di giuria Gianfranco Pannone, ha aggiunto: “E' stimolante partecipare ad una iniziativa come il Premio Zavattini, che nasce dall'unione di realtà diverse ed è un modo per reagire alla nostra crisi culturale. Sarebbe necessaria la creazione di una Federazione Nazionale degli Archivi per conservare e far conoscere al meglio gli straordinari patrimoni filmici italiani. Il lavoro che hanno fatto i candidati e le candidate del Premio sono, in questo senso, anche un atto di responsabilità nei confronti di questo patrimonio”.

I progetti vincitori del Premio Zavattini 2019/20 vertono su questi temi: Caterina Biasucci propone una riflessione evocativa sull’identità femminile, ricostruita attraverso la memoria familiare; Marco Signoretti la narrazione ironica del  Mezzogiorno italiano e dei suoi mali secondo i codici di genere dello “spaghetti western”; Lorenzo Conte e Santiago Torresagasti focalizzano momenti storici collegati a due grandi personaggi del Novecento: il primo, guarda l'assedio di Salvador Allende nel palazzo presidenziale attraverso gli occhi di un cecchino; il secondo, ricostruisce la presenza clandestina a Milano del futuro presidente vietnamita Ho Chi Minh.

Il Premio Zavattini è una iniziativa promossa dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e  Democratico, con il sostegno di MIBAC, Nuovo Imaie, Istituto Luce Cinecittà e la collaborazione di Cineteca Sarda, Officina Visioni, Deriva Film, Arci Ucci, Ficc. Media partner Radio Radicale.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Il mondo muore

Un freddo è sceso nel mio cuore l’ansia mi stringe la gola acuti spigoli feriscono l’anima.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 73. Il comitato di selezione

Cannes 73. Il comitato di selezione

CANNES – Di seguito il comitato di selezione del fstival di Cannes 2020: Thierry Frémaux, Delegato Generale del Festival dei Cannes, Christian Jeune, direttore del Dipartimento Films e vice Delegato...

Redazione - avatar Redazione

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Sport

Calcio, chi può vincere la Champions League?

Calcio, chi può vincere la Champions League?

Primi verdetti in Champions League, ancora presto per capire chi arriverà fino in fondo, ma certamente si può cominciare a dare un giudizio parziale sulle principali candidare a salire sul...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]