Lunedì, 23 Gennaio 2012 08:59

Addio a Giancarlo Bigazzi. Alla fine i violini hanno disegnato le sue montagne verdi

Scritto da
Rate this item
(3 votes)

FIRENZE - Musica. Addio a Giancarlo Bigazzi, autore di grandi successi. Tanta gente comune tanti big della canzone ai funerali del compositore alla Badia Fiesolana.

Tanti occhiali scuri tanto giusto riserbo che abbiamo voluto rispettare. Chi lo ha ricordato per un dettaglio, chi per un evento grande, sottovoce. Stilare una biografia diventa un lavoro immane vista la prolificità e la grandezza di Giancarlo Bigazzi, ci limitiano al profilo ufficiale del sito della Siae. Giancarlo Bigazzi ha fatto cantare e sognare tante generazioni, inventando brani indimenticabili con una grande capacità di cogliere il gusto popolare del tempo. E' morto stanotte a 71 anni l’autore e produttore Giancarlo Bigazzi, uno dei personaggi che ha contribuito a scrivere la storia della musica leggera italiana. Compositore e Autore di grande successo, leader del gruppo Squallor, produttore discografico e talent scout (ha lanciato Umberto Tozzi, Raf e Marco Masini, tra gli altri).


Le sue straordinarie canzoni sono state, da subito, amate dal grande pubblico, a cominciare da Un colpo al cuore per Mina e Luglio per Riccardo Del Turco, entrambe datate 1968, appena iscritto alla Siae. Quelle successive sono diventate evergreen, suonate e mandate a memoria nei locali notturni e in programmi tv: Rose rosse, Lisa dagli occhi blu, Montagne verdi, Non si può morire dentro, Erba di casa mia, Tu, Gloria (diventata anche un hit americano nella versione di Laura Branigan). Bigazzi scrisse anche per i Camaleonti (Eternità, reinterpretato da Ornella Vanoni), Mia Martini (Gli uomini non cambiano), Raf (Self control) e Marco Masini (T'innamorerai). Ha firmato brani per altri grandi interpreti della musica italiana come Adriano Celentano, Milva, Francesco Guccini, i Ricchi e Poveri, Nino Ferrer, Caterina Caselli, Pupo. Pioniere del genere trash, formò nel 1971 gli Squallor, band ironica e dissacrante, insieme con Alfredo Cerruti, Daniele Pace, Elio Gariboldi e Totò Savio, inanellando brani mandati a ripetizione dalle radio come 38 luglio e Abat-jour e incidendo album fortunati per oltre venti anni. Due di loro, Arrapaho e Uccelli d’Italia, che saranno pure portati sul grande schermo cinematografico. Nel 1987 firmò Si può dare di più, che vide il trio formato da Umberto Tozzi, Gianni Morandi e Enrico Ruggeri vincere il Festival di Sanremo. Tra gli anni Ottanta e Novanta, spesso in collaborazione con l'autore e amico Beppe Dati, produsse e scrisse i brani portati al successo da Raf, Paolo Vallesi, Aleandro Baldi, Alessandro Canino. Fu inoltre autore di colonne sonore: Mery per sempre e Ragazzi fuori di Marco Risi, Mediterraneo di Gabriele Salvatores. Ha fatto parte anche dell’assemblea Siae e si è battuto per i diritti degli autori di testi e dei musicisti.
I funerali si svolgeranno domenica 22 gennaio 2012 alla Badia Fiesolana.

Ricodiamolo nel lato suo goliardico: IL VIDEO

Ezio Alessio Gensini

Giornalista, poeta, regista, sceneggiatore. Narratore di vicende sportive e divulgatore scientifico. Apolide. Vive a Křivoklát (Boemia).

www.dazebaonews.it

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

Poesia

L'autunno del cuore

Veloce muta il tempo  giornate di pioggia foriere di freddo si avvicinano. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

Romanzi e racconti

Procida, terra e mare. La storia di Gioconda

Procida, terra e mare. La storia di Gioconda

Gioconda guarda il mare. Dietro di sé la porta verde di casa, a sinistra il sentiero che porta al faro e agli orti, a destra la via che va al...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

LAB.jpg

ITC.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 73. La giovane selezione della Cinéfondation

Cannes 73. La giovane selezione della Cinéfondation

CANNES - Lo sfortunato Festival del cinema di Cannes, una delle manifestazioni internazionali più importanti che ha pagato duramente le interferenze del coronavirus,  presenta la selezione Cinéfondation del 2020, ovvero...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

L’edificio sarà anche sede del Polo di Specializzazione Microinquinanti di Arpa Puglia, eccellenza nella determinazione dei composti organici persistenti (POP), e in particolar modo di PCB, diossine e IPA, in...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Sport

L'Inter di Conte può ritornare a vincere: i motivi per crederci

L'Inter di Conte può ritornare a vincere: i motivi per crederci

È stata una delle grandi protagoniste della scorsa stagione, arrivando ad un solo punto dalla Juventus e sfiorando la vittoria dell’Europa League, persa in finale contro il Siviglia.

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]