Lunedì, 27 Febbraio 2012 18:29

Il principe del groviglio. L'ultimo libro di Beppe Lopez

Scritto da

ROMA - L’eterno groviglio balcanico non ha mai smesso di preoccupare l’Occidente e ancora oggi appare di straordinaria attualità e interesse per l’opinione pubblica internazionale.


La fedele ricostruzione, la cronaca e la contestualizzazione storica delle vicende che portarono all’“invenzione”dello Stato di Albania, alla vigilia della prima guerra mondiale, si rivelano perciò non solo una singolare, movimentata e avvincente pagina di storia, ma anche uno straordinario strumento di lettura e di comprensione di quello che succede oggi.
Nel 1914 le Grandi Potenze vollero creare in quella terra, reduce da quattro secoli di profondo dominio ottomano, uno stato-cuscinetto tra pan-ellenismo e pan-slavismo. Si dovevano contenere le ambizioni espansionistiche della Grecia, della Serbia e del Montenegro, ma anche della Romania e della Macedonia. E non si potevano ledere gli interessi inglesi e francesi, né sottovalutare le strategie globali di Turchia e Russia. Bisognava, poi, conciliare i propositi di supremazia dell’Italia e dell’Austria su quella regione e su quel tratto di mare Adriatico.
A capo del nuovo Stato fu insediato un nobile tedesco, il Principe di Wied, rivelatosi subito inadeguato non solo a governare ma anche solo a capire la complessità e le ambiguità di quella congerie di etnie, tribù, culture, costumi e religioni.


Nei fatti quell’esperienza – contrassegnata pesantemente, come nella storia più recente dei Balcani, da feroci contrasti inter-etnici e da un controverso intervento militare diretto delle Grandi Potenze - durò solo sei mesi. Una storia sospesa fra la tragedia e l’operetta, poi definitivamente travolta dallo scoppiò della prima guerra mondiale.
Il resoconto di Lopez, frutto di un minuzioso lavoro di ricerca sulle fonti d’epoca, ricostruisce per la prima volta compiutamente quella vicenda, con una scrittura chiara, giornalistica, che rifugge insieme da oscurità specialistiche e da teorie storiografiche.

INCIPIT

Quando Guglielmo mette piede per la prima volta sul suolo albanese, nel porto di Durazzo, ha trentotto anni. E' il 7 marzo del 1914, un sabato. Sono le ore 15. Il principe Guglielmo Federico Enrico di Wied è un uomo nel pieno della maturità. Non arriva qui come turista, curioso di esplorare una terra appena uscita da quattro secoli di dominio ottomano o ansioso di conoscere una popolazione notoriamente ruvida e profondamente divisa al proprio interno in tribù e clan. Né viene qui come militare, pur avendo fatto sinora di professione il capitano degli Ulani del Kaiser.
L'antica e nobile terra skipetara, la mitica Terra delle Aquile, Guglielmo l'ha vista sinora solo su qualche sbiadita immagine che è riuscito a procurarsi da quando, non più di quattro mesi fa, gli hanno comunicato che sarebbe divenuto nientemeno che Sovrano del primo Stato autonomo e indipendente dell'Albania…


IL PRINCIPE NEL GROVIGLIO
100 anni fa nasceva lo stato d'Albania. Lo racconta l'ultimo libro di Beppe Lopez
L’invenzione dello Stato di Albania
e la singolare avventura del principe di Wied
nell’eterno intrico balcanico.
Sei mesi sospesi fra tragedia e operetta,
alla vigilia della prima guerra mondiale

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]