Venerdì, 01 Marzo 2013 18:55

Fotografia. Neda Vent Fischer. Parigi in bianco e nero tra distopia e utopia

Scritto da

BELGRADO – Inaugurata la scorsa settimana e ancora in corso fino al 4 Marzo, presso gli spazi della libreria galleria Leila, la mostra Paris Cauchemardesque di Neda Vent Fischer, presenta una selezione d’immagini dedicata a Parigi la città dell’amore e della vie lumière.

In scatti dall’atmosfera ovattata e quasi da incubo è possibile intravedere i luoghi simbolo di Parigi: Place de la Concorde, la Tour Eiffel, Place Saint Sulpice, La Défense e la chiesa del Sacre Coeur. Le immagini, in questione, si avvalgono delle moderne tecniche digitali e di sovrapposizioni di filtri fotografici che rispecchiano tutta la malinconia dell’artista, una distopia che si dipana tra luci ed ombre tra conscio e inconscio, e dove la solitudine e l’infelicità degli esseri umani si consumano in silenzio. Nessun volto o corpo umano è presente in questi scatti, una città popolata di abitanti e turisti magicamente diventa deserta, lasciando che siano le emozioni ad affollarla: angoscia, dolore, tristezza, gioia, ansia, irrequietezza… Cosa si cela dietro le apparenze e dietro quei luoghi tanto ammirati dai parigini e dai cittadini del mondo? Oltre quelle mura e al di sopra di quei tetti cosa c’è? La speranza di un mondo e un futuro migliore. Ecco che allora, il bianco e il nero delle fotografie, tornano a giocare con i chiaro scuri della mente umana alternando la visione distopica con quella utopica. Esseri umani che pur non apparendo fisicamente negli scatti sono presenti, perché sognano, immaginano, amano e vivono in quel preciso istante in cui l’occhio della Fischer e lo scatto della macchina immortalano lo spazio. Un progetto quello della Fischer, che si è sviluppato nel corso di diversi anni e di diverse visite a Parigi, e che le ha permesso di elaborare un vero e proprio storyboard emotivo dove le immagini si susseguono senza sosta, centinaia di scatti per arrivare ad elaborare il suo progetto, ore trascorse tra le vie della capitale francese alla ricerca dello scatto da rubare. Tra i prossimi progetti di Neda nata e cresciuta nell’ ex Jugoslavia, un’esposizione che abbia come protagonista la sua terra d’origine.
Info: http://www.nventfischer.com

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Mamma è tante cose

Cos’è una mamma?  Per chi non l’ha avuta è una stella. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]