Giovedì, 19 Settembre 2019 16:29

“Palconiscenico”: Paolo Cencioni in mostra con 20 scatti inediti che raccontano una Roma dalla bellezza imperitura

Scritto da

Inaugura “Palcoscenico”: la retrospettiva incentrata sulla città di Roma del fotografo Paolo Cencioni curata dalla Takeawaygallery presso Le Tartarughe Eat & Drink, nella strepitosa cornice di Piazza Mattei n° 7, dal 3 ottobre al 15 novembre.

In rassegna una vera e propria narrazione articolata in un racconto fotografico in 20 scene per altrettante fotografie inedite in bianco e nero in formato 20x30 . Ognuna di queste foto rappresenta attimi di vita quotidiana a Roma catturati dal fotografo e dalla sua ormai inseparabile Leica.

Il progetto nasce appunto dal grande amore che Paolo nutre per Roma, con il preciso intento di ridare nuova linfa alla Capitale, ormai abbandonata a se stessa e all’incuria; il sogno di far rivivere una Roma fastosa, soffermandosi sulla vita quotidiana dei cittadini e non solo sui suoi acclamati monumenti. Momenti ed emozioni catturati osservando il flusso della vita, tra paradossi e contrasti.
Con la cura dei grandi fotografi umanisti di un tempo, il fotografo romano si cala in una scenografia unica di ponti, ville e piazze, sfruttando la luce naturale, con sapienza e abilità.

Lo caratterizza lo “scatto di pancia”, la sua tecnica di street photography“: inosservato scatta con entrambi gli occhi fissi sul soggetto, con la fotocamera bassa per non alterare il momento, rendendosi invisibile e cogliendo l’autenticità di quell’istante.
E così facendo lo sguardo cattura un’altra Roma: un’oasi di tranquillità e umanità, tra esibizioni musicali e artistiche, celebrazioni storiche, acquisendo un fascino imperituro. Questa è la città che piace tanto al fotografo e ai veri romani, quella segreta e intima: un raro spettacolo per pochi fortunati, ora offerto a tutti grazie alla generosità e alla sapienza dell’artista e dei suoi scatti in mostra.

Paolo Cencioni è nato a Roma il 9 maggio 1978. Fin da piccolo ama scattare con la Leica di suo nonno. Il suo percorso fotografico è multiforme: si va dalla foto sportiva agli eventi nella movida capitolina, per un bagaglio esperienziale completo e articolato. Il suo curriculum viene arricchito ulteriormente dallo sviluppo di una tecnica propria, perfezionata partecipando ai corsi tenuti da Luigi Orru e dal fotogiornalista Gaetano de Filippo presso l’Istituto Officine Fotografiche, ma di fatto è con il Leica Akademie di Andrea Boccalini Jr che si specializza nell’uso della Leica e nella sua cifra distintiva: i ritratti Jazz in monocromatico.

Attualmente Paolo è fotografo di scena e ritrattista; è stato impegnato in tutti i più importanti eventi culturali: l’ Estate Romana, la Pirandelliana di Marcello Amici, la Plautina di Sergio Ammirata e il festival Jazz del Celimontana Village. Inoltre, già fotografo esclusivo della Fondazione Ducci e del suo prestigioso Premio della Pace.

Palcoscenico: mostra fotografica di Paolo Cencioni 
Bar le Tartarughe
Piazza Mattei 7/8: da giovedì 3 ottobre al 15 novembre 2019
Vernissage: giovedì 3 ottobre 2019

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]