ROMA - “La notizia diffusa stamane da fonti libiche circa la presenza ieri di tre navi italiane nelle acque territoriali libiche è falsa". Lo afferma una nota del ministero della Difesa replicando al governo di Tobruk. "Tutte le navi militari italiane presenti nel Mediterraneo operano in acque internazionali rispettando i limiti stabiliti dai trattati", conclude la Difesa. La nota diffusa dal ministero segue appunto la notizia della ferma condanna del governo libico di Tobruk, relativo all’ingresso di ieri di tre navi da guerra italiane nei pressi delle coste di Bengasi, a Daryana, circa 55 km a est della città.

Il governo libico "non esiterà a ricorrere a tutti i mezzi che gli consentano di proteggere le sue frontiere e la sua sovranità territoriale". Tobruk invita dunque l'Italia "a rispettare i trattati firmati tra i due Paesi" e bolla "l'ingresso delle navi italiane come un atto contrario a tutti gli accordi internazionali ratificati dall'Onu".  L'aviazione libica intanto ha fatto decollare nella tarda serata di ieri i suoi caccia militari per "monitorare l'attività delle navi da guerra italiane": lo afferma il capo di Stato maggiore libico, Saqr Geroushi, citato dai media locali.

 "I caccia hanno sorvolato a bassa quota ieri le tre navi militari italiane, in segno di avvertimento dopo che erano entrate nelle acque territoriali", ha precisato il capo dell'aviazione libica.    "Le navi da guerra - ha aggiunto Geroushi - si sono avvicinate alla costa nei pressi di Daryana e poi si sono dirette verso quelle di Derna".Infine, ha precisato, "sono uscite dalle acque territoriali libiche". 

Devastato cimitero italiano a Tripoli

Nel frattempo arriva la notizia della devastazione del cimitero cattolico italiano di Tripoli 'Hammangi’.  A comunicarlo Giovanna Ortu, la presidente dell'Associazione italiana rimpatriati dalla Libia (Airl)

"Grazie a Dio non abbiamo bisogno di tombe materiali per pregare in ricordo di quei morti, e ci piace

ricordare la lunga tradizione di rispetto fra le diverse religioni che ha caratterizzato la nostra vita laggiù. La

preoccupazione per i vivi libici in pericolo a causa della  lunga guerra fratricida che ha dato spazio a presenze

inquietanti prevale sull'accorata preghiera per i nostri cari defunti”.  Queste  le parole di Giovanna Ortu e di Giancarlo Consolandi, presidente dell'Exlali, Associazione alunni scuole cristiane di Tripoli. Secondo le ultime informazioni disponibili, nel cimitero cattolico di Tripoli riposano i resti di circa 8000 italiani.

Published in Mondo

TEHERAN - La flottiglia iraniana composta da due navi da guerra e sette cargo sta lasciando in queste ore le acque del Golfo di Aden, davanti allo Yemen.

Published in Mondo
Martedì, 21 Aprile 2015 11:45

Altre navi USA al largo dello Yemen. VIDEO

Altre Gli Stati Uniti rafforzano il contingente navale al largo dello Yemen lacerato dalla guerra civile. La portaerei USS Roosevelt e l’incrociatore USS Normandy hanno raggiunto la regione dove già pattugliano altre sette unità navali statunitensi, compresi mezzi da sbarco.

Published in Mondo

Il turismo da crociera saccheggia risorse ambientali e restituisce poco o nulla ai territori, in particolare a quelli interessati dagli attracchi. Via le grandi navi da Venezia”

Published in Società

«Mancano praticabili vie di navigazione alternative a quelle vietate». Altre petizioni, niente soluzioni

Published in Società

VENEZIA - Venezia è costruita su fondamenta in legno millenarie. Attualmente le Grandi Navi Turistiche accedono nei canali della città e attraccano ad un palmo dalla terra ferma, minacciandone le fondamenta.    Con questa lettera Gabriele Muccino chiede al Sindaco di Venezia di far cessare il prima possibile l'ingresso delle Grandi Navi Turistiche nei canali di questa splendida città.

Published in Società

TOKYO - Sette navi militari cinesi sono state avvistate stamattina nelle vicinanze dell'isola di Yonaguni, all'estremo sud del Giappone. Lo ha reso noto il ministero della Difesa giapponese. Tra Cina e Giappone è in corso una contesa  diplomatica sulla sovranità delle isole Senkaku (in cinese Diaoyu), nel mar Cinese orientale.

Published in Mondo

E' caccia ad Al Qaida, responsabile dell'attentato. Obama Barack, avvertimento all'Egitto

Published in Mondo

ROMA - La vita va affrontata a mani vuote. In caso di tempesta, come fai a reggere il timone con due valigie? E se fa bel tempo, sei più leggero a testa sgombra “Tout bouge” diceva Jacques Lecoq. Tutto si muove dunque, tutto canta, dalle stelle alle margherite. (Emmanuel Gallot-Lavallée)

Published in Arti visive

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Le parole

Le parole strumenti nelle nostre mani scritte ripetute vogliono essere comprese.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

La finestra dell'anima

C’è una finestra nell’anima mia m’affaccio per stupirmi nell’infinito rosso d’un tramonto che non esiste…..

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]zebaonews.it