Elisabetta Castiglioni

Elisabetta Castiglioni

Giornalista e Promoter Culturale

ROMA - “Diversamente” musical come annunciato nella locandina? No, musical a tutti gli effetti la nuova fatica di Enzo Iacchetti – questa volta in veste di produttore e regista - che ha debuttato, in prima nazionale, al Teatro Lo Spazio di Roma e che sicuramente farà discutere, date le tematiche incredibilmente e ferocemente attuali.

ROMA - Un testo spiazzante, una commedia dai risvolti tragici, un ritmo interpretativo mozzafiato che non lascia quasi il tempo di riflettere sulla drammaticità di un quotidiano portato all’assurdo. Sono questi gli ingredienti su cui si basa la perfetta operazione di Daniele Falleri, autore e regista ne “Il topo nel cortile”, pièce già vincitrice di numerosi premi teatrali, portata ora al Teatro Belli di Roma fino al 30 marzo con un cast eccellente, oltre che affiatatissimo.

ROMA - Verve, classe e autoironia per il mattatore Christian De Sica nel suo omaggio ad un pezzo di storia del cinema e costume italiano. 

ROMA - Ambasciatore italiano uscente in Angola, S.E. Giuseppe Mistretta è senz’altro il testimone piu’ autorevole degli interessanti e lunghi rapporti che legano i due Paesi. Dopo l’ultima missione della Portaerei Cavour a Luanda e in procinto di iniziare un nuovo mandato, stavolta in Etiopia, lo abbiamo incontrato a Roma, nell’ambito della presentazione del suo nuovo saggio “Un ponte lungo quattro secoli” (Gangemi editore) nel quale ripercorre l’antica amicizia e collaborazione tra i due popoli, fino ad arrivare alle recenti sinergie ed interazioni imprenditoriali che, nonostante la lunga distanza geografica, stanno avvalorando la possibilità di un forte recupero economico e culturale su entrambi i fronti.

ROMA - Se per Frédéric Beigbeder l’Amore – inteso come sentimento puro e sincero - dura tre anni, per Dario Cassini la stessa quantità di tempo è necessaria per scegliere i mobili insieme,  sistemarli in casa durante una convivenza e dividerli in corso di separazione.

ROMA - Una ex stazione ferroviaria parigina all’interno di un illustre spazio espositivo romano, o per meglio dire la ricostruzione, benché decontestualizzata, di uno dei più importanti musei francesi – tra l’illustrazione della storia architettonica delle sue trasformazioni ed una selezione dei migliori capolavori pittorici che contiene – in una Nazione che di Arte può scrivere intere enciclopedie. Discutibile o meno, questa scelta – compiuta da Alessandro Nicosia (Comunicare Organizzando) e proiettata negli spazi del Vittoriano fino all’8 giugno – è ora una realtà che ha coinvolto in primis il presidente dei Musées d’Orsay et de l’Orangerie, Guy Cogeval, curatore insieme a Xavier Rey , direttore delle collezioni e conservatore del dipartimento di pittura del Musée d’Orsay, delle quasi settanta straordinarie opere presenti in mostra. 

ROMA - Chi  non amasse i classici e non avesse dimestichezza con la commedia greca è vivamente invitato a partecipare allo spettacolo messo in scena al teatro Arcobaleno di Roma, a ben 21 anni dal suo debutto. Trattasi de “Le Nuvole”, uno dei testi di punta di Aristofane per attaccare, con satira e gioco, il pensiero dei Sofisti, da lui ritratti come impudenti cialtroni e contrabbandieri di idee senza capo né coda.

ROMA - Anche per il 2014, ovvero per il suo quarantaseiesimo anno di attività, il Puff si riconferma  luogo cult del cabaret romano, con uno spettacolo che stavolta ha per titolo “€uro meglio prima… ci hanno fatto il CUD!” e per autori Delle Donne, Borrelli e Fiorini.

ROMA - Paul Cèzanne non mise mai piede sul suolo italiano durante la sua sterminata carriera conclusasi nel 1906 eppure, ad un anno dalla sua dipartita, iniziò ad essere apprezzato ed universalmente riconosciuto da moltissimi artisti della nostra penisola come esempio di modernità, espressa in uno stile decisamente unico, condito da personali filosofie sul rapporto tra uomo-natura-oggetti e sulla relazione tra colore e forme.

È da un decennio che l’umorismo insegue Victor Hugo e Riccardo Cocciante per diventare protagonista di una congegnatissima parodia di una delle opera più amate alla quale, a distanza di secoli, l’uno e l’altro hanno lavorato, ed è esattamente un decennio che nei teatri di tutta Italia che la comicità in musica riesce a prendere felicemente piede nell’estrosa interpretazione de “Il gobbo di Notre Dame” da parte di uno dei gruppi italiani più amati ed affiatati sulla scena: i Pandemonium.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 70. A sorpresa vince “The square”. Tutti i premiati

CANNES -  La giuria del  Festival Internazionale del Film di Cannes  presieduta da Pedro Almodovar e composta da Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing, Agnès Jaoui, Park Chan-wood, Will Smith, Paolo Sorrentino, Gabriel...

Redazione - avatar Redazione

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077