Cani sciolti

ROMA - Non c’è niente da fare Sorrentino o si ama alla follia o si odia e sicuramente e Youth, il nuovo film presentato in concorso a Cannes,  non si sottrarrà all’ennesima diatriba.

CANNES - Il Racconto dei Racconti è una meraviglia di due ore, non c’è molto altro da dire su questo bellissimo film tratto dal Lo Cunto de li cunti scritto nel 600 da Basile, un autore saccheggiato dai più noti scrittori come Andersen e i Fratelli Grimm.

ROMA - Le nomination di quest’anno per il David di Donatello mi hanno piacevolmente stupito perché finalmente si premiano linguaggi nuovi, storie diverse, come Anime nere, il bellissimo film di Francesco Munzi ,che tra l’altro era stato praticamente ignorato  dalla giuria dell’ultimo Festival di Venezia e che al David ha raccolto ben sedici nomination. 

Fa piacere, inoltre, nella cinquina dei registi esordienti, trovare i nomi di Eleonora Danco e Laura Bispuri, non solo perché sono donne ma per l’esordio importante con due film molto belli e fra gli attori non protagonisti , scoprire il nome di Claudio Amendola che è davvero da premiare per la sua interpretazione nell’unica commedia che mi ha convinto e mi è piaciuta di quest’anno e cioè Noi e la Giulia di Edoardo Leo.

Per il resto, bisogna dire che quest’anno sarebbe stato davvero difficile trovare un bel film, di quelli che lasciano il segno. E’ stato un anno di tanto cinema italiano banale, sempre uguale, con innumerevoli commedie senza forza narrativa, senza idee, oppure copiate in copia e incolla dalla grande produzione francese, storie carine ma inconsistenti, per nulla interessanti, regie senza stile, linguaggi rubati alla televisione e mi fermo qui che è meglio.

Chiaramente non sto parlando del grandissimo e meraviglioso film di Matteo Garrone, Il racconto dei racconti, che mi ha lasciato senza parole, con la testa persa in immagini di una bellezza da togliere il fiato, con la voglia  di rivederlo, di riassaporare quei momenti magici, esattamente come il bel cinema dovrebbe fare. 

Montage of Heck è il titolo di un collage di musiche che Kurt Cobain incise nel 1988 e che è la base ispiratrice su cui il regista Brett Morgen, ha realizzato il documentario su KurtCobain una delle più controverse e amate rockstar del pianeta. Il film in sala solo il 28 e il 29 Aprile

Lunedì, 20 Aprile 2015 10:43

Donne. Mai gatte morte

Scritto da

ROMA - Approfitto di Cani sciolti per urlare con tutta la forza che si può esprimere attraverso le parole  il grave disappunto che ho provato nel leggere per l’ennesima volta un articolo che inneggia alle gatte morte su uno dei magazine più letti e seguiti in Italia, Vanity Fair.

ROMA - Al Bif&st di Bari, nell’ultimo giorno di Festival, si è tenuta una tavola rotonda dal titolo Cinema e Fiction: convergenze parallele?

ROMA - Sempre entusiasmante l’incontro con Margarethe von Trotta, la grande regista tedesca che in perfetto italiano ha portato avanti una interessante master class al BIF&ST di Bari in un gremito Teatro Petruzzelli, sui temi del cinema civile e sul cinema diretto dalle donne, di cui la Von Trotta è sicuramente una degli esponenti più emblematici di un cinema che anche in Europa ha sempre più difficoltà ad essere espresso.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077