Cinema & Teatro

TUTTI PAZZI PER IL GATTO! Il film di Riccardo Milani con Paola Cortellesi e Antonio Albanese primo film italiano nel week end di uscita, e primo film in assoluto al box office nella giornata del 31 dicembre con 558.923 euro

ROMA – “Uomini stregati dalla luna” è una commedia davvero divertente, che fa trascorrere un paio d’ore in allegria, con continue risate zampillanti dall’humour popolare e raffinato della sceneggiatura, dove le gag sono ironiche e mai volgari. E questo grazie anche all’alta professionalità di tutto il cast, in particolare alla mimica geneticamente buffa di Enzo Casertano.

ROMA - Filumena Marturano – una della commedie italiane del dopoguerra più conosciute e rappresentate all’estero – ha un ruolo centrale nella produzione di Eduardo De Filippo, collocandosi tra i primi testi di quella “Cantata dei giorni dispari” che, a partire da “Napoli milionaria!”, raccoglie le opere più complesse e problematiche in cui si riversano i drammi, le ansie e le speranze di un Paese e di un popolo sconvolti dalla guerra.

Pochi film sorprendono, spesso si raccolgono in generi prevedibili dall’inizio. Tale appare sulle prime “Tre manifesti a Ebbing. Missouri” che racconta di Mildred (la bravissima Nancy McDormand), madre di una figlia violentata e uccisa, da colpevoli di cui da tempo non si sa più niente.

ROMA - E’ la notte di Capodanno: grande attesa per questa serata! Pino e Ciccio si organizzano per l'evento....ma poco alla volta tutti i clienti prenotati danno disdetta. L’unico che arriva è un poliziotto loro amico e cliente abituale che ha rotto, proprio quella sera, un fidanzamento decennale scoprendo il tradimento della sua compagna.

ROMA - La guerra dei Roses è un romanzo di Warren Adler, trasposto sul grande schermo per la regia di Danny De Vito con Michael Douglas e Kathleen Turner. In seguito al grande favore è stato adattato per il teatro dal suo autore.

La parabola di un matrimonio come tanti: l’incontro, l’innamoramento, l’abitudine, l’incomprensione, il divorzio. Ma quello di Oliver e Barbara Rose non è un matrimonio e neppure un divorzio comune, come testimonia il triste epilogo, reso celebre da successo cinematografico “La guerra dei Roses” per la regia di Danny De Vito che ha dato lustro alla commedia noir di Warren Adler, oggi in scena al Teatro Eliseo per la regia di Filippo Dini con Ambra Angiolini e Matteo Cremon. 

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Opinioni

Enzo Tortora, un uomo perbene

Trent’anni fa moriva il popolare conduttore tv dopo una drammatica vicenda giudiziaria iniziata nel 1983  “Dunque, dove eravamo rimasti? Potrei dire moltissime cose e ne dirò poche. Una me la consentirete:...

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Un orto su Marte ci salverà

“Il mondo scientifico si sta preparando ad andare su Marte e in Italia si fa la guerra ai vaccini”. A dichiarare esplicitamente il paradosso è il responsabile del laboratorio di...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077