Lunedì, 07 Marzo 2011 15:59

Maremetraggio. Chiara Valenti Omero rieletta nel direttivo Afic

Scritto da

Alla triestina, direttrice artistica del festival Maremetraggio, il compito di rappresentare le manifestazioni cinematografiche del Friuli Venezia Giulia nell’associazione che riunisce oltre 40 festival italiani


TRIESTE - Con un’elezione svoltasi a Roma lo scorso 2 marzo la triestina Chiara Valenti Omero, direttrice artistica del festival Maremetraggio, è stata rieletta per il secondo mandato consecutivo membro del Consiglio Direttivo dell’AFIC, l’Associazione dei Festival Italiani di Cinema.
Spetterà quindi a lei il compito di rappresentare all’interno dell’associazione, che riunisce oltre 40 festival italiani, le manifestazioni cinematografiche del Nord Est e del Friuli Venezia Giulia. Insieme a lei sono stati eletti al Consiglio Direttivo per il triennio 2011-2013 Giorgio Gosetti del Courmayeur Noir in Festival, Alberto Lastrucci del Festival Dei Popoli, Emanuela Martini del Torino Film Festival e Giovanni Spagnoletti (Mostra Internazionale del Nuovo Cinema).


La nomina cade in un momento di estrema incertezza e precarietà per i festival italiani e per quelli del Friuli Venezia Giulia, la “regione più cinematografica d’Italia”:  dopo i pesanti tagli al comparto già operati nel 2010 sono previsti nuovi tagli alla cultura a livello nazionale anche per il 2011, che il presidente dell’Afic Giorgio Gosetti quantifica nel 40% circa delle risorse attualmente messe a disposizione dalla Direzione Generale Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Questo mentre con l’approvazione del decreto Milleproroghe nasce anche la tassa sul cinema: per compensare il taglio del Fus un emendamento impone l’aumento di un euro al prezzo del biglietto d’ingresso alle sale cinematografiche. “E’ un momento davvero delicato per tutti i festival cinematografici italiani – commenta Chiara Omero – e per il comparto cinema in generale: proprio per questo è di fondamentale importanza mantenerci uniti e parlare con una stessa voce, che attraverso l’Afic ci proponiamo di far giungere con forza a chi di dovere. Continuando a enfatizzare, come abbiamo sempre fatto, l’impatto economico dei festival cinematografici e la ricaduta positiva in termini di turismo e occupazione che portano nei territori in cui si svolgono. E questo è valido per l’Italia e ancor più per il Friuli Venezia Giulia, regione in cui – ricorda la direttrice artistica di Maremetraggio - la ricaduta economica complessiva del settore sul territorio è di 10 milioni di euro: una percentuale doppia rispetto a quella nazionale, grazie alla passione del pubblico e ai biglietti venduti.”

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Mamma è tante cose

Cos’è una mamma?  Per chi non l’ha avuta è una stella. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]