Domenica, 09 Febbraio 2014 13:01

Berlinale 64. Film di autentico alto livello

Scritto da

BERLINO (NOSTRO CORRISPONDENTE) - La Berlinale continua contina a fornire un programma di alto livello:    “American Hustle” principale concorrente agli Oscar e “Yves Saint Laurent”, che ha già avuto un grande successo in Francia.

Due film molto diversi: la commedia satirica “American Hustle” e la biografia dell’icona dell’alta moda francese “Yves Saint Laurent”, entrambie le premiere sono state accolte con grandi applausi dal pubblico berlinese. 

“American Hustle” pellicola più attesa sugli schermi della Berlinale con dieci nomination agli Oscar, la tragicommedia basata su un vero e proprio scandalo economico politico che coinvolge la corruzione e la criminalità.  

Christian Bale ( "American Psycho ") e Bradley Cooper ( "The Hangover" ) hanno portato il glamour Hollywoodiano sul tappeto rosso, accompagnati dal regista David O. Russell. La folla urlavo fuori dal Friedrichstadt Palast, sono state scattate centinaia di foto.

La biografia su “Yves Saint Laurent” è stata proiettata nella storica sala cinematografica Zoo Palast, riaperta dopo tre anni di lavori.

Qui si tenne, nel 1927, la prima assoluta del capolavoro di Fritz Lang, “Metropolis”. A quel tempo il “Palasttheater am Zoo” era il cinema più importante della città, dal 1957 al 1999 qurtier generale delle proiezioni della Berlinale. La pellicola sull’ icona della moda Yves Saint Laurent, ha aperto la sezione Panorama Special, vengono ripercorse le tappe più importanti della sua vita. Ad accompagnare il regista Jalil Lespert, ci sono anche i protagonisti Pierre Niney (Yves Sain Laurent), Guillaume Gallienne (Pierre Bergé), Charlotte Le Bon, Marie de Villepin e Nikolai Kinski. Alla proiezione era presente il “vero” Pierre Bergé, compagno storico dello stilista scomparso nel 2008, rimasto legato al maestro dell’haute couture nonostante tutti gli scandali e gli eccessi di droga. Pierre Bergé è stato accolto da un caloroso applauso, ha dichiarato: “Sono molto, molto commosso. E penso che sia giusto non aggiungere nulla”.

In Francia , il film del regista Jalil Lespert, dall'inizio del mese di gennaio ha già avuto  oltre 1,5 milioni di spettatori. Uscirà in Italia il 27 marzo prossimo distribuito da Lucky Red.

 HYPERLINK "http://buy.norton.com/specialoffers?VENDORID=YAHOO" \t "_blank" 

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]