Domenica, 07 Dicembre 2014 18:36

“Il ragazzo invisibile”. Innovazione avvincente di Salvatores. Recensione. Trailer

Scritto da

ROMA - Chi da adolescente, non ha mai sognato di avere un superpotere? Tra questi anche Michele, un ragazzo di quattordici anni, che vive a Trieste e rispetto ai suoi compagni di classe, passa sempre inosservato. 

Suo desiderio è fare colpo su Stella, una graziosa ginnasta, restia a stringere amicizia. Allora, quale potrebbe essere la soluzione? Rendersi invisibile per passare più tempo con lei e starle vicino. Un proposito divenuto realtà dopo aver indossato un costume da supereroe cinese, che lo renderà trasparente agli occhi del mondo. Un potere che gli consentirà di stare vicino a Stella indisturbato, vendicarsi dei compagni bulli e rintracciare quelli rapiti. Sparizioni sospette che fanno capo ai servizi segreti russi, a caccia di un ragazzo “singolare”, con potenzialità ultraterrene, proprie degli “speciali”: umani che dopo il disastro di Cernobyl hanno sviluppato facoltà stupefacenti. Un mistero si cela dietro la nascita di Michele, che scoprirà, di non essere davvero il figlio di Giovanna, la poliziotta che lo ha cresciuto, ma di provenire da molto lontano. 

Un genere innovativo per la cinematografia di Salvatores, che finora non si era mai dedicato ai film per ragazzi, né alla creazione di un supereroe.  “Posso proporre idee, che agli altri non permetterebbero di realizzare. Chi se la sentirebbe di dire di no, a un premio Oscar – dichiara il regista – e in virtù di questo, abbiamo pensato a questo tipo di saga. Bisogna uscire dalla mentalità provinciale, per cui noi italiani, non saremmo in grado di realizzare film “fantasy”, con effetti speciali avanguardistici”.

E sono diverse le iniziative di marketing collegate al film, costato 8 milioni di euro alla Indigo e a Rai Cinema: l’uscita di una graphic novel della Panini Comics, un libro edito da Salani e un concorso musicale per ragazzi “invisibili”. Il fumetto racconterà il prequel di “Il ragazzo invisibile”, mentre il romanzo sarà più fedele al film.  “Bisogna augurarsi che la storia prevalga sul genere e abbia un ciclo di vita più lungo al cinema, anche grazie al passaparola”, aggiunge Salvatores.

Una vera rivelazione il talento dei giovani attori del cast. A partire, da Ludovico Girardello, il protagonista che interpreta con convinzione e pathos Michele, il supereroe invisibile: un professionista, da tenere d’occhio.  Non da meno, Noa Zatta, la bellissima Stella, che conquista la stampa con la sua maturità e determinazione. Piccoli adulti, con un “quid” in più rispetto agli altri, tale da giustificarne la scelta, tra centinaia di coetanei accorsi ai provini. Brava, come sempre, Valeria Golino, nei panni di Giovanna, mamma apprensiva e scrupolosa poliziotta. Magnetica, l’interpretazione del bulgaro Christo Jivkov, molto popolare in patria, noto in Italia per il suo ruolo in “La passione di Cristo”. 

Un lungometraggio innovativo e avvincente, ennesima prova della poliedricità del genio di Salvatores, tra i pochi registi italiani in grado di sperimentare e ridare lustro al cinema italiano. 

Il ragazzo invisibile (100’), in uscita il 18 dicembre

di Gabriele Salvatores

Con Ludovico Girardello, Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio, Christo Jivkov, 

Noa Zatta, Assil Kandil, Filippo Valese, Enea Barozzi, Riccardo Gasperini, 

Vernon Dobtcheff, Vilius Tumalavicius, Vincenzo Zampa, Diana Hobel 

E la partecipazione di Ksenia Rappoport

Il ragazzo invisibile - trailer

 

 

Correlati

Cerca nel sito

Poesia

Ragazza di vita

Bellissima...  abitava nel suo corpo puro ma in egual tempo ingombrante nella sua sensuale pienezza. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Colta al volo nella fila davanti alla posta: “Mio marito non vuole andare al compleanno dei nipotini perché – dice- per soffiare sulle candeline i bambini senza mascherina spargono il...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale per la nostra sicure…

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale  per la nostra sicurezza

Nell’era pandemica che stiamo vivendo i laboratori scientifici (laboratori di prova e medici in particolare), si sono rivelati un riferimento fondamentale per mettere in campo nuove soluzioni per individuare, diagnosticare...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Sport

Lazio e Roma protagoniste in Europa: che stagione può essere?

Lazio e Roma protagoniste in Europa: che stagione può essere?

Lazio e Roma stanno dimostrando di poter essere grandi protagoniste sia in Italia che in Europa.

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]