Sabato, 07 Febbraio 2015 14:02

Teatro Spazio Uno. Oltre la storia di Tim e Jeff Buckley. Recensione

Scritto da

ROMA - Una storia che lascia  graffi sull' anima cosi come una puntina rovinata solca sgraziatamente  il vinile della loro musica.

Questa è la sintetica ma non sufficiente espressione ad introduzione di uno spettacolo che, per quanto ispirato da una forte spinta emozionale, racchiude altro e, tra l’”altro”, molteplici significativi elementi di unicità, tecnica, virtuosismo, spontaneità, immaginazione… Stiamo parlando di ONCE I WAS. OLTRE LA STORIA DI TIM E JEFF BUCKLEY, uno spettacolo scritto, diretto, cantato e interpretato da Francesco Meoni, accompagnato sulla scena da un organico di cinque intraprendenti musicisti insieme ai quali ripercorrere un pezzo di storia rock americana. E’ la vicenda di un padre e un figlio, artisti noti al mondo discografico e agli appassionati per la loro produzione psychadelico-sperimentale (Tim) e folk-alternativa (Jeff): un percorso di vita che raramente si incrociò – nonostante la consanguineità – ma che lasciò segni indelebili. Tracce di mancata comunicazione e di deviazione familiare causata dai binari di una carriera in ascesa, nelle quali le figuri femminili sono un indispensabile contorno ma in cui l’interiorità emozionale – tra debolezza, motivazione e rassegnazione o alienazione alle leggi dello show business – la fa da protagonista nei meandri di un sound nuovo, personale e sicuramente subliminale.

La scelta di Meoni, nel racconto introspettivo di un padre sul figlio (e non come accade di solito, viceversa), è vincente nella misura in cui il senso di colpa e disperazione di un genitore che abbandona la giovane compagna di scuola incinta per tentare uno stralcio di carriera si integra alla sua, più che ambizione di successo, perdizione nelle nuove sonorità creative generate dalla frequentazione di un ambiente artistico tutto nuovo. E se i geni di famiglia parlano chiaro, anche parte del talento di Jeff diventa uno sprono per farsi notare, sebbene filtrato da una personalità decisamente più complessa. Come fossero due facce di uno stesso LP – e il giradischi in scena, che è il segno di una comunione virtuale, rappresenta il felice condizionamento di un’intera generazione di ascoltatori – le realtà di Tim e Jeff Buckley si districano tra gli spasimi, gli accenti, i fiati, le intonazioni melodiche, le urla di disperazione, gli accanimenti gestuali, le rincorse mentali e le attente partiture spaziali di un attore che penetra un doppio umano, un performer che, incoraggiato dalla toccante musica dal vivo dei suoi compagni di viaggio, anima una tessitura emotiva in grado di colpire anche chi non conosce la drammatica storia dei due rocker (purtroppo accomunati da uno sfortunato e prematuro destino). Una sfida, quella di Francesco Meoni, che dopo una settimana di tutto esaurito allo Spazio Uno di Roma verrà ripresa, nello stesso locale trasteverino, dal 24 febbraio al primo marzo. Una perfetta occasione da non perdere per trovare, ritrovare e ritrovarsi tra parole e note, alla ricerca di nove motivazioni interiori…

Elisabetta Castiglioni

ONCE I WAS. OLTRE LA STORIA DI TIM E JEFF BUCKLEY

di e con Francesco Meoni

Con

Vincenzo Marti (voce e chitarre)

Toni Mancuso (tromba e flicorno)

Danilo Valentini / Luca Figlioli (chitarra)

Nicola Ronconi / Alberto Caneva (basso)

Rocco Teora / Salvatore Caruso (batteria)

Dal 24 febbraio al 1 marzo 2015

TEATRO SPAZIO UNO

Vicolo dei Panieri 3 – Roma

06 45540551

Ingresso: €12 (intero) - € 10 (ridotto)

Orari: da martedì a sabato ore 21 - domenica ore 18

Elisabetta Castiglioni

Giornalista e Promoter Culturale

www.dazebaonews.it

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo d…

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo di prova per valutare l’efficacia delle mascherine chirurgiche

Dai laboratori la sperimentazione di un metodo di prova per valutare in maniera fisica l’efficacia e contrastare l’emergenza 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]