Giovedì, 19 Febbraio 2015 18:04

Teatro Studio Uno. Novecento di Alessandro Baricco dal 26 febbraio

Scritto da

“Io sono nato su questa nave. E qui il mondo passava, ma a duemila persone per  volta. E di desideri ce n'erano anche qui, ma non più di quelli che ci potevano  stare tra una prua e una poppa. Suonavi la tua felicità, su una tastiera che non era infinita. Io ho imparato così. La terra, quella è una nave troppo grande per me. È un viaggio troppo lungo. È una donna troppo bella. È un profumo troppo forte. È una musica che non so suonare. Perdonatemi. Ma io non scenderò” Novecento di Alessandro Baricco

ROMA - L'Associazione Culturale Novembre dopo il successo della scorsa stagione porta in scena dal 26 febbraio al 1 marzo 2015 al Teatro Studio Uno di Roma "Novecento", monologo teatrale di Alessandro Baricco interpretato da Diego Migeni, con regia di Andrea Teodori e le scenografie di Paolo Carbone.

La storia,  entrata nell'immaginario collettivo grazie al film del 1998 di Giuseppe Tornatore "La leggenda del pianista sull'oceano",  narra la vita di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, il più grande pianista mai vissuto, nato, cresciuto e morto su una nave senza mai scendere sulla terra ferma, riuscendo a conoscere il mondo solo attraverso i racconti dei passeggeri del piroscafo e dall’amico Max Tooney, trombettista del transatlantico e  voce narrante della storia.

In questo originale allestimento il racconto prende vita grazie ad binomio perfetto tra la parola e immagini, evocate in scena attraverso giochi di luce, lampadine a incandescenza che spuntano dall’alto insieme a diapositive e lanterne magiche. Tutto per accompagnare lo spettatore nel racconto e nelle atmosfere ovattate dell’America del primo ‘900 quando la musica jazz e il blues diventavano colonna sonora indelebile del sogno americano.

Uomo fuori dal comune, Novecento vive sospeso tra la musica e il mare in un limbo che gli impedisce di oltrepassare i propri timori e superare le proprie paure per affrontare l’inatteso, l’ignoto.  Con semplicità e naturalezza lo spettacolo passa dalla spensieratezza di un sorriso, ad una più profonda riflessione sulla vita, evidenziando come la difficoltà nell’agire, comune nel nostro tempo, ci lascia troppo spesso immobili di fronte al compromesso e alla scelta, trasformandoci in meri spettatori della nostra esistenza.

“Novecento” dal 26 Febbraio al 1 marzo 2015

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara). Ingr. 10 euro.
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00

di Alessandro Baricco

con Diego Migeni

regia Andrea Teodori

scenografia Paolo Carbone

Per info e prenotazioni: 3494356219- 3283546847

www.teatrostudiouno.com –  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Dall'Austria un allarme da non sottovalutare

Chiunque conosca la biografia di Hitler sa che il futuro Führer non era tedesco bensì austriaco e sa anche che se c'erano due paesi in cui l'antisemitismo la faceva da...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208