Venerdì, 17 Luglio 2015 12:19

“L’A.S.S.O. nella manica”, Amica Sfigata Strategicamente Oscena. Recensione. Trailer

Scritto da

ROMA – “L’A.S.S.O  nella manica” racconta ciò che accade, durante le ultime settimane di scuola superiore, alla diciassettenne Bianca Piper, interpretata dalla spassosa Mae Whitman, un’adolescente come tante: ironica, leale e intelligente, che ama scrivere e guardare cult movie e che non bada affatto alle apparenze.

Una sera, durante una festa, Bianca viene a sapere dall’odioso Wesley Rush (Robbie Amell), bello, sportivo e donnaiolo, nonché suo amico d’infanzia, che le sue migliori amiche, Jess e Casey (Skyler Samuels e Bianca Santon) l’hanno soprannominata A.S.S.O.: Amica Sfigata Strategicamente Oscena. Dopo quella rivelazione, il piccolo mondo di Bianca va in pezzi: non sopporta di essere considerata l’amica goffa e impacciata da trascinare alle feste per sembrare più affascinanti, così decide di prendersi una rivincita e il suo asso nella manica sarà proprio Wesley, il suo nemico di sempre. Il patto è chiaro: lei aiuterà lui a migliorare il suo rendimento scolastico, per non perdere la sua borsa di studio per il college, e lui aiuterà lei ad avere più fiducia in sé stessa, migliorando la sua immagine e aiutandola a conquistare Toby (Nick Eversman), il ragazzo che le piace da sempre. Ma siamo sicuri che il vero amore, in realtà, non sia qualcuno che mai Bianca avrebbe potuto immaginare? 

Tra mille peripezie e continui colpi di scena, barcamenandosi tra tweet, like, video Youtube e i dispetti della cattivissima Madison (Bella Thorne), Bianca arriverà a una conclusione senza tempo: non sempre la prima impressione è quella che conta e ciò che è realmente importante è quello che noi pensiamo di noi stessi, non quello che gli altri pensano di noi, grazie anche all’aiuto di una madre decisamente sopra le righe (Allison Janney). Bianca capisce che le etichette che ci diamo ogni giorno non rappresentano la nostra vera essenza di individui e che ci sarà sempre qualcuno più bello, intelligente o ricco di noi, perciò chiunque potrebbe ritrovarsi a essere l’A.S.S.O. di qualcun altro, non c’è nulla di male, ciò che conta davvero è rimanere  sé stessi e avere fiducia nella proprie possibilità.

Fresco, divertente, ironico senza mai essere banale, questo film ci mostra un interessante spaccato della realtà degli adolescenti di oggi, che spesso faticano a capire cosa sia realmente importante, presi come sono dai loro mondi virtuali, fatti di Internet, Videogiochi e Social Network. I dialoghi sono serrati e assolutamente credibili, mai troppo adagiati sul gergo giovanile, ma neppure banalmente studiati a vantaggio del pubblico adulto. Il ritmo è veloce e incalzante, ma non mancano i piccoli momenti di riflessione, alla portata di tutti. Le scene più esilaranti riescono a strappare vere risate anche a chi l’adolescenza l’ha vissuta quando non c’era neppure lo smartphone, soprattutto quando gli adulti stessi vengono messi in discussione, perché ugualmente confusi da tutti i cambiamenti di quest’era digitale.  Al di là della lodevole qualità tecnica, che vede scene, costumi e regia assolutamente apprezzabili, per un prodotto godibile a tutte le età, è magnifico il messaggio che viene letteralmente lanciato da questa pellicola e che va preso al volo. Se non vogliamo essere fagocitati dalla tecnologia che noi stessi abbiamo creato, dobbiamo ritagliarci piccoli momenti di realtà condivisa, adulti e adolescenti insieme, con le reciproche debolezze. E il bello è che questo saggio suggerimento sull’importanza di scoprire noi stessi e andare dritti per il nostro cammino, appoggiandoci a ciò che ci circonda, senza mai farci ostacolare, ci viene da Kody Keplinger, una giovanissima scrittrice del Kentucky che era proprio un’adolescente quando ha scritto il libro dal quale è stato tratto questo divertentissimo film e che in Italia si intitola “Quanto ti ho odiato” ed è edito da Newton Compton.

Sicuri che questa commedia vi accompagnerà verso la fine dell’estate, risata dopo risata, vi consigliamo di andare a vederla proprio coi vostri amici, ma attenti: se non avete un A.S.S.O., vuol dire che l’A.S.S.O. siete proprio voi!

DATA DI USCITA: 19 AGOSTO 2015

DISTRIBUZIONE: EAGLE PICTURES E LEONE FILM GROUP

GENERE: COMMEDIA

ANNO: 2015 

REGIA: ARI SANDEL

SCENEGGIATURA: JOSH A. CAGAN

ATTORI: MAE WHITMAN, ROBBIE AMELL, BELLA THORNE, BIANCA SANTOS, SKYLER SAMUELS, NICK EVERSMAN, KEN JEONG, ALLISON JANNEY

FOTOGRAFIA: DAVID HENNINGS

MONTAGGIO: WENDY GREENE BRICMONT, A.C.E.

MUSICHE: DOMINIC LEWIS

SCENOGRAFIA: AARON OSBORNE 

COSTUMI: ERIC DAMAN 

PRODUZIONE: MCG, MARY VIOLA, SUSAN CARTONIS – TED GIDLOW, STEVEN BELLO, LANE SHEFTER BISHOP

L’A.S.S.O NELLA MANICA – Trailer 

https://www.youtube.com/watch?v=rJ7CDFKYmbM

Alessandra Rinaldi

Giornalista, blogger e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Notte taciturna

Ricordo quella luna incantata e il dolce languore di una confidenza bisbigliata nel confessionale del cuore.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]