Domenica, 27 Settembre 2015 17:10

“Marguerite”. Geniale, snobbato da Venezia. Recensione. Trailer

Scritto da

PARIGI -  “Marguerite” è una ricca  signora di mezza età che vive in una splendida villa, nella campagna francese, con un marito che l’ha sposata per i suoi soldi e che la tradisce.

E’ profondamente innamorata della lirica e nel suo castello organizza rappresentazioni di beneficenza invitando gli interpreti migliori, lei stessa si crede dotata di un’ugola d’oro e intrattiene in privato gli amici con il canto. In verità Marguerite ha una voce da gallina strozzata, anche se nessuno in virtù del suo prestigio sociale ha mai avuto il coraggio di dirglielo. Il consorte, che pure si vergogna di lei, non le confessa il ridicolo per proteggerla dall’effetto che le farebbe la verità. La servitù, tra pietà e interesse,  asseconda la sua ossessione. Marguerite fantastica di essere una grande star e vuole vivamente diventarlo: soprattutto per farsi notare dal compagno di vita che ama e che la trascura. Un giorno, un giornalista imboscato ad uno dei  ricevimenti, le gioca il tiro diabolico di lodarla sperticatamente in un articolo. Da quel momento Marguerite si convincerà di avere un talento incompreso, avviandosi sulla strada delirante e pericolosa dell’esibizione in un teatro pubblico …

Ispirato alla vicenda reale dell’americana Florence Foster Jenkins, che tra gli anni dieci e quaranta, non consapevole di essere stonata,  divertì l’hight society con i suoi ridicoli recital privati,  incise dei dischi e grazie al potere economico riuscì persino ad esibirsi alla Carnegie hall, il film di Xavier Giannoli è una rivisitazione della realtà storica che, con una sceneggiatura di altissimo livello, diventa un archetipo del bisogno di eccellere per essere amati. Tra i pazienti di Carl Gustav Jung ci fu il famoso caso di una ragazza che si credeva una regina e che si arrabbiò con lo psicanalista quando questi la guarì. La maggior parte delle persone fa di tutto per farsi notare,  per affermare “esisto anch’io”,  e ciò accade soprattutto nel mondo degli artisti o degli pseudo tali, dove dimostrare il proprio talento è un imperativo. Essere grandi, un’ossessione per conquistare l’amore del mondo. 

Quante volte è successo, nelle migliore mostre cinematografiche, che pellicole orribilmente brutte avessero il plauso dei critici? Xavier Giannoli attraverso la metafora di un racconto fotografa la realtà dello spettacolo – non ha caso il film, pur meritevolissimo,  ha ottenuto a Venezia solo il coraggioso premio secondario  Padre Nazareno Taddei, istituito in memoria del gesuita studioso di cinema -  e dunque affondando il dito nella piaga, è possibile che il cinema stesso abbia preferito rimuovere il problema. Ma Marguerite è di più: è la tragedia del mondo inconsapevole del proprio limite, restio ad accettare la propria natura e di conseguenza condannato alla rovina.

Sontuoso e serico come pochi, il film è in distribuzione in pochissime sale. Consiglio di non perderlo. 

Titolo originale: 

Marguerite

Nazione: 

Francia, Repubblica Ceca, Belgio

Anno: 

2015

Genere: 

Drammatico

Durata: 

127'

Regia: 

Xavier Giannoli

   
 

Cast: 

Catherine Frot, Christa Théret, André Marcon, Michel Fau, Sylvain Dieuaide, Denis Mpunga, Aubert Fenoy

Produzione: 

Fidélité Films, Scope Pictures, Sirena Film

Distribuzione: 

Movies Inspired

Data di uscita: 

Venezia 2015 - In Concorso
17 Settembre 2015 (cinema)

Marguerite - Trailer

 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Verso l'eternità

Prigionieri nei limiti del tempo  accettiamo la vita  con l’angoscia  che tutto è temporale  non eterno. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]