Lunedì, 23 Maggio 2016 12:38

“The Nice Guys”: il duo Crowe-Gosling da Cannes a Roma

Scritto da

ROMA  - Russell Crowe e Ryan Gosling, l’inedito duo destinato a riscaldare la nostra estate al cinema, avevano davvero una faccia da bravi ragazzi quando, dopo avere presentato “The Nice Guys”  a Cannes fuori concorso, sono arrivati a Roma, assieme al regista Shane Black e al produttore Joel Silver, per parlarci il questo nuovo film che li vede protagonisti. 

Siamo alla fine dei caleidoscopici anni Settanta, in una Los Angeles colorata e libertina, e le strade dello sgangherato e inconcludente investigatore privato Holland March, interpretato da un sorprendente Ryan Gosling, e del detective senza scrupoli e senza licenza Jackson Healy, che ha il volto del magnifico Russell Crowe, si incrociano sulle tracce di Amelia (Margaret Qualley), una giovane attrice inspiegabilmente braccata da un gruppo di sicari, che sta facendo fuori l’intero cast di un misterioso film porno dai risvolti stravaganti, in quanto mira a svelare le responsabilità delle case automobilistiche per il crescente inquinamento atmosferico. Quando March e Healy, tra inseguimenti e scazzottate, vengono ingaggiati dalla madre di Amelia, una strepitosa Kim Basinger, amministratrice della giustizia della città, per ritrovare la figlia, non se lo fanno ripetere due volte, ma, accompagnati da Holly (Angourie Rice), la brillante figlia tredicenne di March, si ritroveranno a fare i conti con una realtà ben diversa da quella che avevano immaginato.

Da Stanlio e Ollio, a Bud Spencer e Terence Hill, passando per Mel Gibson e Danny Glover, sono tante le coppie del cinema che ci hanno fatto sorridere con le loro irresistibili gag e il duo Crowe-Gosling è destinato a entrare a far parte di questo elenco di antieroi costretti a fare fronte comune nelle avversità, pur non mandandosele certo a dire. 

“Conosciamo le coppie storiche di personaggi del grande schermo, ma non abbiamo avuto bisogno di ispirarci a nessuno durante le riprese,” ha confessato Russell Crowe. “I nostri personaggi erano già scritti in modo così impeccabile, che noi abbiamo solo dovuto vestirne i panni, restando fedeli allo spirito della sceneggiatura, nonostante Shane Black ci abbia lasciato grande libertà d’interpretazione. È questo il bello del  mestiere: poter passare da ruoli comici a parti drammatiche con la stessa intensità d’intenti, senza rimanere ingabbiati in un genere. Quando scelgo un film da interpretare leggo sempre la sceneggiatura molto attentamente e, se la storia mi prende, accetto il ruolo, poiché ciò che più conta è la potenza della narrazione”.

“Questo film è una storia completamente originale, ma non ho nulla contro i remake o i sequel, quando vanno più in profondità nel racconto,” ha dichiarato Ryan Gosling in merito alla sua prossima partecipazione al nuovo “Blade Runner”. “I nostri personaggi erano già talmente fantastici sulle pagine della sceneggiatura, che poter dare loro vita è stata una sfida esaltante, quindi non abbiamo avuto bisogno di altri punti di riferimento. Cosa voglio rispondere a chi mi chiede se mi sento così sexy come mi dicono? Perché non dovrei!?” ha scherzato, infine, l’attore canadese.

“Credo che i migliori film siano quelli che riescono ad usare diversi registri, dal comico, al drammatico, senza limitarsi a un unico tono,” ha spiegato il regista Shane Black, raccontando la genesi della pellicola. “I personaggi femminili all’interno del film hanno un grande ruolo e rispettano, in un certo senso, la tradizione del noir. In fondo, questa storia non è molto diversa da una fiaba in cui due cavalieri cercano di salvare una dama in pericolo, ma, come accade nella realtà, l’innocenza viene corrotta e deve lottare per mantenere la propria integrità. Ho provato quindi a decostruire una detective story, pur rispettandone le regole, con alcuni espedienti, come il personaggio di Holly, spesso più intelligente del padre, ma ugualmente bisognosa della sua figura per comprendere ciò che le accade”.

Una commedia poliziesca esilarante e decisamente ben riuscita, non solo grazie al cast d’eccezione, ma anche per merito di una storia divertente e di una sceneggiatura solida che hanno saputo coniugare alla perfezione l’umorismo, col ritmo serrato dell’azione. 

TITOLO: THE NICE GUYS

AL CINEMA: DAL 1 GIUGNO 2016

PRESENTATO DA: LUCKY RED

CAST ARTISTICO: RUSSELL CROWE, RYAN GOSLING, ANGOURIE RICE, MATT BOMER, MARGARET QUALLEY, KIM BASINGER

REGIA: SHANE BLACK

SCENEGGIATURA: SHANE BLACK E ANTHONY BAGAROZZI

FOTOGRAFIA: PHILIPPE ROUSSELOT

MONTAGGIO: JOEL NEGRON

SCENOGRAFIA: RICHARD BRIDGLAND

COSTUMI: KYM BARRET

MUSICHE: DAVID BUCKLEY E JOHN OTTMAN

CASTING: SARAH FINN

PRODUTTORE: JOEL SILVER

The nice guys - Trailer

 

Alessandra Rinaldi

Blogger e scrittrice

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

Poesia

Voyerismo e Solitudine

Nel 2014 a Mosca, Serghiei Kirillov, un giovane operaio, si suicida in diretta Skype mentre gli altri utenti lo incitano a compiere il gesto.

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Innamorarsi del diavolo

Aborro i tratti di penna… che attingono alle viscere dell’inferno.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Chimica Analitica: innovazione continua a 360 gradi

Ben considerando ed attentamente valutando si può dire che in fondo la chimica, dalle origini e per molti anni, fu fortemente analitica, impegnata nell’acquisizione di conoscenze sul mondo inorganico e...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Pensioni. Quota 100 o “Soluzione Montecitorio”?

Ci si potrebbe quasi regolare l’orologio sul ciclo circadiano delle discussioni in tema di pensioni. Che rientrano in ballo ogni volta che si comincia a discutere di coperture, di fondi...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077