Sabato, 23 Luglio 2016 17:00

Raiuno. Alle 23.45 del 23 luglio gli splendidi “Nastri d’argento”

Scritto da

Con Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Marco D’Amore, Leo Gullotta, Giuseppe Fiorello, Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti, Kasia Smutniak, Anna Foglietta,  Alba Rohrwacher, Edoardo Leo e  per la migliore canzone Fiorella Mannoia

TAORMINA I Nastri d’Argento chiudono in tv (domani sera, sabato 23 su RaiUno ore 23,45 ) la stagione dei grandi premi con il bilancio di un’annata speciale affidato ai protagonisti dei film più amati dal pubblico e soprattutto, nel caso dei Nastri, dalla stampa che li ha votati. E sono proprio le attrici e gli attori dell’anno i protagonisti della serata condotta sul palcoscenico unico del Teatro Antico di Taormina da una splendida Matilde Gioli, con la regia di Giovanni Caccamo, a ripercorrere, anche dietro le quinte, le tappe di un anno che con i Nastri d’Argento conferma il successo di titoli come Lo chiamavano Jeeg Robot, migliore opera prima dell’anno, Perfetti sconosciuti che ha vinto per la commedia, Non essere cattivo, Veloce come il vento, Quo vado? (con il premio al miglior produttore, Pietro Valsecchi) e soprattutto La pazza gioia di Paolo Virzì che ha conquistato a Taormina ben sei Nastri su dieci candidature: i suoi primi premi (per la regia, per migliori attrici, Bruni Tedeschi e Ramazzotti, i costumi e la sceneggiatura condivisa da Paolo Virzì con Francesca Archibugi).

Tra i riconoscimenti speciali assegnati nel corso della serata a cura di Laura Delli Colli per i 70 anni dei Nastri – con il sostegno del Mibact, main sponsor BNL Gruppo Bnp Paribas - sfilano in tvSabrina Ferilli, Marco D’Amore, Leo Gullotta e Giuseppe Fiorello e Massimo Popoliziopremiati dall’Assessore della Regione Sicilia Anthony Barbagallo. Tutti sul palco del Teatro Antico con Maria Sole Tognazzi (insieme a Marciano e Cotroneo Nastro per il soggetto di Io e lei e Premio Nastri-Porsche Tradizione e Innovazione) e ancora Greta Scarano e Luca Marinelli (i migliori non protagonisti per Suburra e Jeeg Robot), Alessandro Borghi, Premio Graziella Bonacchi come rivelazione dell’anno, al miglior attore protagonista Stefano Accorsi e alla sua coprotagonista, la giovanissima Matilda De Angelis segnalata con il Biraghi per gli attori alla prima affermazione per Veloce come il vento.

Ai magnifici 7 protagonisti di Perfetti sconosciuti, con il regista del film Paolo Genovese e la squadra dei produttori (Marco Belardi, Raffaella Leone, Giampaolo Letta) il Nastro speciale per il miglior cast insieme a quello per la canzone, andato a Fiorella Mannoia coautrice oltreché interprete con Chiodo e Bungaro. Premio Nino Manfredi, infine a Carlo Verdone e Antonio Albanese che, assente per lavoro ha mandato comunque un divertente messaggio dal set comeJuliette Binoche Nastro europeo per L’attesa di Piero Messina.

Un bilancio dell’annata nei premi ma anche nei commenti dei protagonisti: “Sono felice di appartenere alla comunità di questo cinema” dice Paolo Virzì ricevendo i suoi Nastri, E Paolo Genovese, strapremiato per Perfetti sconosciuti: “Finalmente. Con un premio dopo sette anni di candidature mi sento il Di Caprio dei Nastri d’Argento”. Dedicato a Claudio Caligari il Nastro dell’anno al suo, postumo, Non essere cattivo. Da Edoardo Leo e Fiorella Mannoia un appello di solidarietà dei Nastri per Emergency, Hamilton behind the camera con il Nastro per l’esordio aGabriele Mainetti e a Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti rispettivamente i premiShiseido per lo stile e Wella per l’immagine. Luca Marinelli e Alessandro Borghi, infine, sono iPersonaggi dell’anno Nastri-Persol.

Lo speciale di domani sera –tecnicamente realizzato da Videobank- è stato girato a Taormina dove i Nastri hanno appena avuto la loro 70.ma edizione prodotta dal Sindacato con il sostegno istituzionale di Regione Siciliana- Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Sensi Contemporanei, DPS, Sicilia Film Commission .

La serata va anche in onda all’estero grazie a Rai Italia, in prima serata, contemporaneamente, per le comunità italiane all’estero a New York, Los Angeles e America Latina, in seconda in Asia, Africa, Australia

Premio di interesse culturale nazionale, i NASTRI d’ARGENTO, quest’anno alla 70.ma edizione, sono una produzione realizzata dal  Direttivo Nazionale del SNGCI – Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani - con il sostegno del MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo- Direzione generale per il cinema, main sponsor BNL- Gruppo BNP Paribas - di alcuni partner istituzionali: la Regione Lazio con il patrocinio e il supporto della Roma Lazio Film Commission a Roma, la Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commissionnell'ambito del progetto "Sensi Contemporanei.Sponsor privati 2016: PORSCHE, HAMILTON, PERSOL, SHISEIDO, WELLA, NASTRO AZZURRO. Con la collaborazione di PARISI e  LA BARONESSA (a Taormina) Partner tecnici GE-GRUPPO EVENTI, Control Cine Service - Demba Group,  VIDEOBANK

     

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]