Sabato, 30 Luglio 2016 22:59

FFF. “Magallanes”, ultimi sentiti applausi a Fiuggi

Scritto da

FIUGGI (nostro inviato) Ultima proiezione tra le pellicole in concorso al Fiuggi Film Festival è quella dell’intenso “Magallenes” di Salvador del Solar.

Thriller supportato dalla grande interpretazione dei protagonisti capaci di recitare anche solo con lo sguardo, facilitando non poco il lavoro del regista all’esordio dietro la macchina da presa. Il tema affrontato non è semplice: i peccati del passato, che al presente presentano il doloroso conto.  Del Solar, però, supera brillantemente la prova. 

In “Magallanes” le vicende intime dei protagonisti si legano alla storia del Perù e alla barbarie di ferite politiche insanabili. Splendida la fotografia di Diego Jiménez, che offre un intenso ritratto della Lima contemporanea vista da un taxi, supportando alla perfezione una sceneggiatura curata da Salvador del Solar, adattamento del romanzo di Alonso Cueto "La pasajera”.  Le robuste note del compositore Federico Fusi contribuiscono a tenere costantemente alta la tensione.

La storia è di Magallanes (uno straordinario Damian Alcazar), un ex soldato dell'esercito che oggi guida un taxi ed è l’autista di un colonnello in pensione (la leggendaria star argentina Federico Luppi), suo superiore ai tempi della lotta alla sovversione di Ayacucho. A legarli c’è un segreto, che riemerge quando Magallanes riconosce una ragazza (Magaly Solier), protagonista di un oscuro episodio del suo passato. 

Questa coproduzione Perù-Argentina-Colombia-Spagna, pur essendo molto radicata nel territorio e nella cultura latina, è accessibile a un pubblico internazionale grazie all’universalità dell’argomento (colpa, redenzione e peccato), alla profondità e sensibilità del regista, pienamente colta dal pubblico del Fiuggi Film Festival visto il lungo applauso al termine della proiezione. 

.

Sam Stoner

Scrittore

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]