Giovedì, 23 Marzo 2017 11:13

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del magico Moscow State Ballet

Scritto da

ROMA - È una di quelle arti che conservano un qualcosa di magico: il balletto, con la musica che si trasforma in armonia di movimenti, è capace di trasportarci subito in un mondo fatto di corti signorili, di re, regine e principesse.

Forse anche per questo La bella addormentata di Pëtr Il'ič Čajkovskij è da sempre un vero e proprio classico: rappresentato per la prima volta nel 1890 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, fu subito un successo e ancora oggi è uno dei preferiti dagli appassionati di danza. A presentare questo suggestivo spettacolo a Roma, al Teatro Quirino, è una compagnia davvero d’eccezione: il Moscow State Ballet, coi suoi artisti provenienti dalle migliori accademie statali russe di balletto.

Attraverso le coreografie di Marius Petipa, rivive così la famosissima fiaba di Charles Perrault, forte anche delle assonanze con il film Disney del 1959, che nella colonna sonora aveva ripreso proprio le musiche di questo balletto. Ma se la trama è nota, sul palcoscenico la storia si riveste di un qualcosa di antico e nuovo allo stesso tempo: alle parole si sostituisce l’espressività dei corpi in movimento, dei volti, di un racconto fatto di gestualità e di una leggerezza che appare quasi soprannaturale, normalmente non propria del corpo umano. Olga Pavlova veste in modo magistrale i panni della Principessa Aurora, così come Sergey Skvortsov interpreta il Principe Désiré. Ma è anche l’armonia dell’insieme a lasciare il segno, come accade nel difficile e bellissimo Adagio delle rose.

Merito di una Compagnia di grande livello, che porta questo splendido spettacolo sul palcoscenico Romano nell’ambito di una tournée che ha visto in questa stagione più di 80 tappe. Il Moscow State Ballet, che negli anni si è esibito in 35 paesi del mondo, è stato del resto fondato, ed è tuttora diretto, da Anna Aleksizde-Grogol, ex ballerina e coreografa, nonché figlia d’arte: il padre Georghij  era infatti anche lui coreografo di grande fama, insignito del titolo di Artista del Popolo della Russia.

Degno di nota è anche l’impegno della Compagnia nell’ambito del progetto sociale statunitense “The Great Russian Nutcracker”, che vede i ballerini esibirsi insieme ai bambini portatori di handicap.

Una conferma, se mai ce ne fosse bisogno, di come la danza sia ancora oggi un mondo ricco di sfumature, di bellezza e di sensibilità. Elementi che prendono una forma sorprendentemente concreta proprio sul palco, con la musica e i corpi che si fanno linguaggio universale, capace di scavare a fondo nelle emozioni, nei ricordi, nelle vite. E riuscendo, come poche altre forme espressive, a rendere reale proprio quella magia di cui sono fatte anche le fiabe come La bella addormentata.

La bella addormentata

Balletto in due atti

Moscow State Ballet

diretto da Anna Aleksidze-Grogol

Musica di P. I. Čajkovskij

Libretto di Ivan Vsevolozhsky e Marius Petipa

Coreografia di Marius Petipa

Scenografie e costumi di J. Samodurov

Con Olga Pavlova, Sergey Skvortsov, A. Gherasimov, N. Gubanova, A. Salimov

Euroeventi Production

Fino  al 26 marzo 2017

Orario spettacoli:

Da martedì a sabato ore 12

Domenica ore 17

Mercoledì 22 marzo ore 17

TEATRO QUIRINO VITTORIO GASSMAN

Via delle Vergini 7, Roma

Biglietteria: 06 6794585

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

Poesia

Voyerismo e Solitudine

Nel 2014 a Mosca, Serghiei Kirillov, un giovane operaio, si suicida in diretta Skype mentre gli altri utenti lo incitano a compiere il gesto.

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Innamorarsi del diavolo

Aborro i tratti di penna… che attingono alle viscere dell’inferno.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Chimica Analitica: innovazione continua a 360 gradi

Ben considerando ed attentamente valutando si può dire che in fondo la chimica, dalle origini e per molti anni, fu fortemente analitica, impegnata nell’acquisizione di conoscenze sul mondo inorganico e...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Pensioni. Quota 100 o “Soluzione Montecitorio”?

Ci si potrebbe quasi regolare l’orologio sul ciclo circadiano delle discussioni in tema di pensioni. Che rientrano in ballo ogni volta che si comincia a discutere di coperture, di fondi...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077