Domenica, 21 Maggio 2017 10:56

Teatro Manzoni. “La protesta” piace al pubblico. Recensione

Scritto da

ROMA – Affollata l’ultima commedia di stagione del teatro Manzoni, che ha sollevato sonori battimani. Storia divertente di legami e conflitti familiari, che scivola con ritmo e leggerezza dall’inizio alla fine.

 

Racconta di nonna Elsa (Lorena Guerrieri) che una mattina si chiude dentro l’armadio della stanza da letto e decide di non uscirne più. Con lei vivono sua figlia Paola, (Gabriella Silvestri), il genero Sergio (Berto Gavioli) e il nipote Andrea (Pietro Morachioli), che dopo un momento di smarrimento, allibiti dalla fermezza dell’anziana, chiamano gli altri due figli (Antonio Conte e Paolo Gatti)  per convincerla a uscire. 

Trovandosi tutti insieme, scoppiano tra i parenti rancori mai sopiti, vecchie gelosie, incomprensioni. Nessuno riesce a smuovere nonna Elsa, sicché come rinforzo è chiamato anche il prete (Enzo Casertano) per il quale la vecchietta nutre grande ammirazione. In un’atmosfera surreale, i presenti iniziano a disquisire dei grandi temi della vita e della morte, con ironia e leggerezza, con quell’allegria  che è ragione  della riuscita della messa in scena.

L’intelligente penna di Roberta Skerl ancora una volta arriva a segno, tenendo vivo l’interesse e divertendo il pubblico con argomenti di spessore. Ci si chiede perché mai la nonna abbia scelto quella strana forma di protesta e quale sarà la conclusione. Gli attori, tutti di alta professionalità, recitano con naturalezza e convincono in ruoli che ricordano allo spettatore il ritmo delle circostanze quotidiane, con un azzeccato accento caricaturale – nel quale si distingue il bravissimo Enzo Casertano nei panni di Don Eusebio – che da personalità e colore a questa piéce di lodevole fattura.

In scena al teatro Manzoni (via Monte Zebio 14/c tel. 06.3223634 www.teatromanzoni.info,)dal 18 maggio  all'11 giugno. Orario spettacoli:  dal martedì al venerdì ore 21 sabato ore 17-21 domenica ore 17.30. lunedì riposo. Venerdì 2 giugno riposo,  martedì 6 giugno  ore 19, giovedì 8 giugno  ore 17 e ore 21. Biglietti: intero euro 25, ridotto euro 22.

Teatro Manzoni

via Monte Zebio 14/c - 00195 Roma tel.06/3223634

dal 18 maggio all' 11 giugno 2017

Gabriella Silvestri       Antonio Conte

con

Enzo Casertano          Lorenza Guerrieri

in

La protesta

(mia nonna odia Silvana)

di Roberta Skerl

e con 

Berto Gavioli   Paolo Gatti   Pietro Morachioli

scene LolloZolloArt

costumi Marco Maria Della Vecchia

musiche Eugenio Tassitano

regia 

Maria Cristina Gionta

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]