Domenica, 25 Giugno 2017 22:40

Teatro Manzoni. La nuova e amena stagione 2017/2018

Scritto da

ROMA – La linea artistica del teatro Manzoni ha un successo collaudato e prosegue pertanto in quello stile che il pubblico ha dimostrato di gradire: storie contemporanee di amore, d’amicizia e di lotta, dove ci può identificare e divertire. Di seguito una panoramica di quello che ci attende per la stagione 2017/2018.

Il teatro parte il 28 settembre con il ritorno di Paolo Triestino e Nicola Pistoia che presentano una delle commedie francesi più applaudite nel mondo: La cena dei cretini di Francis Veber per la regia di PistoiaTriestino. Storia di un gruppo di parigini che, per uscire dalla routine, organizzano una volta a settimana una cena, dove ogni partecipante deve portare un cretino e il migliore si aggiudicherà la serata … Analisi lucida e ironica della società, che sovverte i luoghi comuni e mostra il nostro lato “malvagio”. (In scena fino al 22 ottobre)

Elena Cotta, Carlo Alighiero, con Cinzia Berni e Diego Ruiz saranno in scena dal 26 ottobre al 19 novembre con Bluff niente è come sembra, per la regia di Carlo Alighiero.   Possibile che una pacifica e amabile signora possa venire coinvolta in pericolose indagini di polizia? Un thrilling comico che terrà lo spettatore con il fiato sospeso.

Dal 23 novembre al 17 dicembre Pietro Longhi, Rita Forte, Milena Miconi, con Riccardo Castagnari presentano Lilly la vagadonda (Sylvia) di Albert Ramsdell Gurney, regia di Maria Cristina Gionta. Racconta di Lilly, una cagnolina che collega le persone in un mondo sempre più impersonale, di Giorgio in crisi per il suo lavoro, della sua bella moglie Carla. Lilly è interpretata da un'attrice, idea interessante e nuova.

Fabio Avaro, Enzo Casertano, Lallo Circosta saliranno sul palcoscenico dal 28 dicembre 2017 con la commedia Uomini stregati dalla luna di Ammendola & Pistoia, per la regia di Silvio Giordani. Racconta di due strampalati titolari di una piccola osteria rilevata indebitandosi. E' la sera di capodanno e uno per volta i clienti prenotati disdicono. L'unico che arriva è l’amico poliziotto Nicola. E’ una notte di magica luna, come la ragazza bellissima che si presenta nel locale... (fino al 28 gennaio 2018)

Debutta il primo febbraio Una moglie da rubare di Iaia Fiastri con Stefano Masciarelli e Patrizia Pellegrino diretti da Diego Ruiz.  Un uomo in crisi con la propria moglie, rapisce la consorte del suo più grande nemico, cercando di salvare la faccia e il suo matrimonio.  (in scena fino al 25 febbraio)

Sandra Milo, Gino Rivieccio, Fanny Cadeo, Marina Suma saranno in scena dal 1 al 25 marzo con Mamma …. ieri mi sposo! (Twixt) di Clive Exton per la regia di Pino Strabioli. Un uomo un po’ nevrotico ha nascosto a sua madre di essersi sposato da diversi mesi, e a sua moglie di non aver detto delle nozze a sua madre. Per mantenere l'equilibrio familiare inventa ricorrenti viaggi di lavoro … Ma una sera si trova in casa la segretaria, la madre, il suo socio in affari e infine anche la moglie … 

Dal 27 marzo saliranno sul palcoscenico Marisa Laurito, Corinne Clery, Barbara Bouchet con la partecipazione straordinaria di Gianfranco D'angelo per rappresentare Quattro donne e una canaglia per la regia di Nicasio Anzelmo. Questo testo di Pierre Chesnot, ripercorre il rapporto uomo-donna, nel quale la “povera” canaglia Walter, riesce con a gestire una sorta di harem con un mare di menzogne. 

Dal 26 aprile al 20 maggio Gianluca Ramazzotti, Antonio Cornacchione con Milena Miconi saranno in scena con Ieri è un altro giorno! di Silvain Meyniac e Jean Francois Cros, regia di Eric Civanyan.  Sul punto di concludere «la causa» più importante della sua vita, Pietro Paolucci, un avvocato ossessionato dalle sue manie si trova a dividere un intero giorno con l’individuo più incredibile che abbia mai conosciuto. Un incontro che cambierà la vita di entrambi …

Si conclude la stagione con Paola Gassman, Mirella Mazzeranghi, Paola Tiziana Cruciani che presentano Tutte a casa di Giuseppe Badalucco e Franca De Angelis, dirette da Vanessa Gasbarri. Ambientata nella prima guerra mondiale, la divertente commedia pone l'accento sul primo vero grande ingresso del gentil sesso nel mondo del lavoro. (In scena dal 24 maggio al 17 giugno).

Come spettacolo fuori abbonamento dal 15 al 24 settembre Cesare Vangeli, Cristina Pensiero diretti da Claudio Insegno presentano Il giorno della tartaruga, commedia musicale targata Garinei & Giovannini. Nata nel '64, fu portata al successo da Renato Rascel e Delia Scala. La commedia che ci farà compiere un viaggio a ritroso nell'Italia degli anni del boom economico, affronta il tema sempre attuale della crisi di coppia. 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Il passato è nei sogni

Il passato non passa ci si inciampa sempre.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Amore Illusione

L’amore illusione... possederlo farlo nostro!

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Vaccini Genetici: Una tecnologia da tenere d'occhio

La rivista di divulgazione "Scientific American" ha incluso i vaccini genetici nelle "Dieci tecnologie da tenere d'occhio". La ricerca di nuove strategie di vaccinazione deve tenere in considerazione non solo l'efficacia...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]