Lunedì, 23 Ottobre 2017 18:52

Cinema. “Il palazzo del Viceré”, la divisione tra India e Pakistan e il suo prezzo di sangue. Recensione

Scritto da

A seguito della decisione di restituire l’indipendenza all’India, nell’estate del 1947 gli inglesi incaricarono per la delicata transizione verso l’autonomia Lord Mountbatten che, nella veste di Viceré, dovette gestire il conflitto fra induisti, musulmani e sikh, i quali nonostante gli insegnamenti di Ghandi, si rifiutavano di convivere pacificamente. Il Viceré non riuscendo a mediare, fu spinto alla cosiddetta "Partition" fra India e Pakistan: una separazione dolorosissima per milioni di famiglie incluse le 500 persone a servizio nella sua immensa dimora.

Le scene girate nel palazzo, con personaggi che lo spettatore sente vicini, sono le più toccanti: individui affettivamente legati si vedono dividere secondo l’etnia e il culto, contro i loro desideri. Tutte le autorità sembrano non consapevoli del prezzo che la popolazione avrebbe pagato per tale iniziativa, ad eccezione del Mahatma Gandhi.

“Il palazzo del Viceré”, il cui titolo originale è PARTITION, racconta il costo umano per l’istituzione di una frontiera voluta in funzione degli interessi strategici ed economici delle grandi potenze, cosa che provocò una migrazione biblica.  Nel film s’inserisce una storia d’amore, che non sembra invenzione della Chada, anche perché, lo dicono i titoli di coda, il film è stato un modo di rendere omaggio alla famiglia d’origine. La nonna della regista fu una delle superstiti al massacro, una delle pochissime a ritrovare i congiunti. Portando sullo schermo la sofferenza dei suoi antenati, Gurinder Chada ha ritratto la storia di quattordici milioni di rifugiati.

Certi critici ritengono il film di parte ma, di là della precisione di alcuni fatti storici, intento della regista è la denuncia degli interessi alla base della “Partition” e la scelta innaturale di dividere un Paese unico. Di fatto un film contro l’assurdo delle frontiere e la non accettazione del diverso.

  • GENEREBiograficoDrammaticoStorico
  • ANNO2017
  • REGIAGurinder Chadha
  • ATTORIHugh BonnevilleGillian AndersonManish DayalOm PuriMichael GambonDenzil SmithSimon CallowDavid Hayman
  • PAESE: Gran Bretagna, India, Svezia
  • DURATA: 106 Min
  • DISTRIBUZIONE: Cinema srl
Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

L'angolo dei classici

Cinema: “Interstellar”, l’amore oltre il tempo e lo spazio

Il film di Christopher Nolan è uno dei classici della fantascienza per l’accuratezza degli effetti speciali, la descrizione di tematiche complesse sui buchi neri e per l’aspetto emotivo della storia

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Opinioni

La Grecia e la sua ammissione tardiva al QE. Due soluzioni possibili

Cominciamo con una precisazione estremamente importante. Il recente annuncio di Mario Draghi riguarda la fine del Quantitative easing da parte della BCE entro la fine di quest’anno. La BCE quindi...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Non solo coaching: Quando guardi ad una situazione a cosa osservi?

Tutti ci siamo trovati in una situazione in cui tutto sembra prendere una direzione chiara a noi stessi, o ad avere una spiegazione per noi logica e ben delineata. In...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077