Venerdì, 09 Novembre 2018 09:24

L’attrice Lidia Vitale torna in regia

Scritto da

Dopo “Piccole Avventure Romane” di Sorrentino sarà protagonista al RIFF nelle vesti di regista con il corto “Tra Fratelli” 

Un autunno pieno di progetti per Lidia Vitale che la vedono impegnata davanti e dietro la macchina da presa. Protagonista del corto “Piccole avventure romane” di Paolo Sorrentino in occasione del primo anno di apertura della Rinascente, in cui veste i panni di una Roma notturna e maledetta, continua il suo viaggio nelle strade del cinema e lo fa anche da regista nella nuova edizione del RIFF.

Sabato 17 novembre al Cinema Aquila verrà infatti presentato il suo corto “Tra Fratelli”. Tra i protagonisti Blu YoshimiAlessandro Proietti e Giulio Forges Davanzati. La storia si focalizza su di una triangolazione di tradimenti nella periferia romana; in una visione minimalista e concentrata sul lavoro intimo dei personaggi. Tutti tradiscono tutti. Con la Vitale alla regia, un team tecnico tutta al femminile: Maura Morales Bergman alla fotografia, Maria Teresa Padula alla scenografia e Olga Mikalowska ai costumi.

L’impegno da regista per la Vitale non si ferma quI, sarà infatti in concorso per il Roma Web Fest con un’altra sua realizzazione, “Le Gonfiate”, un racconto a sfondo ironico sulle donne che, superati i primi quarant’anni, iniziano a fare i conti con la paura di non essere più in splendida forma.

Un festival davvero ricco di progetti per la Vitale che non abbandona però le sue vesti da attrice. Sarà possibile vederla in “La Partita” di Frank Jerky al fianco di Francesco Pannofino, in uno straordinario spaccato di una domenica sui campi da calcio italiani; in “Soubrette” di Marco Mingolla, nelle vesti di Barbara una donna qualunque da un passato di soubrette che all’improvviso riceve un’altra occasione per riaccendere i riflettori su di sé; in “Virginia” di Francesco Puppini.  

Recentemente è stata impegnata nella nuova serie FOX, “Romolo & Giuly – La guerra mondiale italiana”, in cui interpreta Anna Montacchi, madre di Romolo. Una rivisitazione, in chiave ironica, della celebre tragedia Romeo e Giulietta, ambientata nella Roma di oggi. Uno scontro tra i Montacchi provenienti da Roma Sud e i Copulati di Roma Nord. Impegnata anche nelle riprese della nuova stagione di “Rosy Abate” e della serie targata Netflix “Sanctuary” al fianco di Matthew Modine.

Un autunno davvero ricco per la Vitale che conferma la versatilità che la contraddistingue e la forza di immergersi in nuovi progetti.

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Donne nell'Universo

Donne la cui vita pesa il doppio.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Compagni

La parola data  sguardo che è marea Braccia che intrecciano ideali Tessere raccolti di lana Canti che narrano audacia Mistura di umanità legamenti di rivoluzione Susi Ciolella

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Aria d’Europa negli anni ’30, quando il francese impreziosiva l’italiano

Una storia d’amore nella Roma plurilingue   Mia mamma era nata nel 1902 a Torino, la prima di cinque sorelle, le tote Maletto, che sarebbero tutte diventate delle brave madamin. A...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Leggere i dati dell’economia. Come si interpretano i dati su fatturato e ordinat…

Sono stati resi noti i dati Istat sull’andamento del fatturato e degli ordinativi dell’industria. Cosa significano questi dati? Come si leggono e come si interpretano?

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077