Mercoledì, 24 Aprile 2019 13:10

Teatro Quirino. Il balletto di Roma in “Otello” 30 aprile – 5 maggio

Scritto da

ROMA _ Nell’immaginario comune la figura di Otello è indissolubilmente legata alla gelosia, all’apogeo di questo sentimento, a quel tipo di gelosia che può terminare esclusivamente nella tragedia. 

Nella tragedia di William Shakespeare (1604) e nella coreografia di Fabrizio Monteverde è il personaggio di Iago ad insinuare il dubbio fatale del tradimento di Desdemona nei confronti del Moro e ad architettare la trama che condurrà quest’ultimo al folle atto finale. L’andamento dell’azione nelle due opere resta invariato, se non per il fatto che  Monteverde trasporta in danza quello che fino a quel momento solo le parole erano riuscite a comunicare. Attraverso la musica di Antonín Dvořák, Fabrizio Monteverde scava nella psicologia dei personaggi shakespeariani e fa dirigere l’azione, oltre che al sentimento principale della gelosia, alle peculiarità singole che ricava da quegli stessi personaggi.

Sequenza scene 

1° atto

Iago

Il porto

Otello e Desdemona/ la passione

Otello e Cassio

Otello e Desdemona, passo a due/l’amore

La festa

Cassio ubriaco

Cassio e Roderigo

Otello scaccia Cassio

Otello e Iago

Apparizione Desdemona

Cassio supplica Desdemona/Otello osserva

2° atto

Risveglio degli uomini/incubi

Le donne consolano gli uomini

Passo a quattro Otello, Desdemona, Iago, Emilia

Desdemona perde il fazzoletto 

Emilia e Iago/passo a due

Iago e il fazzoletto

Iago dona il fazzoletto a Cassio

Cassio/assolo

Otello e Desdemona/l’amore, il dubbio, la “certezza”

Lo scontro

L’uccisione

Il (rim)pianto

Teatro Quirino di ROMA

30 aprile - 5 maggio

Luciano Carratoni
presenta

BALLETTO DI ROMA

Direzione Artistica Francesca Magnini

OTELLO
coreografie e scene FABRIZIO MONTEVERDE

musiche Antonín Dvořák
assistente alle coreografie Anna Manes
costumi Santi Rinciari

light designer Emanuele De Maria

personaggi e interpreti

Otello Vincenzo Carpino

Desdemona Roberta De Simone

Cassio Riccardo Ciarpella

Iago Paolo Barbonaglia

Emilia Azzurra Schena

la compagnia 

Paolo Barbonaglia   Cecilia Borghese   Lorenzo Castelletta   Vincenzo Carpino   

Riccardo Ciarpella   Roberta De Simone   Monika Lepisto   Mateo Mirdita   Kinui Oiwa   

Eleonora Pifferi   Azzurra Schena   Giulia Strambini   Simone Zannini   Stefano Zumpano

Lo spettacolo ha una durata di un’ora e trenta minuti incluso intervallo


Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La finestra dell'anima

C’è una finestra nell’anima mia m’affaccio per stupirmi nell’infinito rosso d’un tramonto che non esiste…..

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Prima edizione di “Sinfonia d’impresa”, dedicata a Glauco Dei

MONTEPULCIANO - Il 22 settembre alle Cantine Dei di Montepulciano si è svolta la prima edizione di Sinfonia d'Impresa dedicata all'ingegner Glauco Dei, un industriale che ha saputo coniugare cultura...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]