Lunedì, 03 Giugno 2019 11:14

Presentato “Fiore gemello”, dramma di due minori non accompagnati

Scritto da

ROMA – Il protagonista di “Fiore gemello” Kallil Khone, Basim nel film, era veramente arrivato dalla Libia con un barcone pochi mesi prima delle riprese del film. 

Fuggito a piedi dalla costa D’Avorio, il suo viaggio era sorretto dal sogno di recitare. Alla presentazione di questo lungometraggio d’esordio racconta che la passione per il cinema, connaturata in lui, si era risvegliata in Africa e lo aveva portato a fare l’attore di strada, senza mai piegarsi alle richieste di favori sessuali che, purtroppo, sono una realtà. In Italia era entrato a far parte dell’associazione Sicomoro ONLUS e quando aveva saputo del provino per “Fiore Gemello”, si era presentato. “Era arrivato munito di tutto punto con quello che serviva, zaino in spalla e via dicendo”, conferma la regista Laura Luchetti a riprova dell’istinto d’immedesimazione del ragazzo. Anche Anastasiya Bogach, protagonista col nome di Anna, era giunta in Sardegna a quattro anni con un furgoncino dall’Ucraina. E’ sarda ormai, ma nel cuore porta i segni di quel duro viaggio dal futuro incerto.

“Fiore Gemello”, diretto con sguardo penetrante da Laura Luchetti, racconta di due adolescenti che non hanno nessuno su cui contare. Lui è un immigrato clandestino proveniente dalla Costa d’Avorio che vive alla giornata senza un tetto, lei è in fuga da un misterioso trauma del quale non vuole parlare. Il padre di Anna è stato al servizio di un trafficante di migranti. Un giorno i due s’incontrano per caso.  Basim è il primo a dare ad Anna una mano. Entrambi si stanno allontanando da un passato tragico e quello che, inizialmente, è un mutuo soccorso, pian piano diventa amore …

Girato tra saline e boschi, sul greto di corsi d’acqua occulti, i personaggi si fondono essi stessi con le creature – libellule, ragni, formiche - che popolano l’ambiente semiselvaggio che attraversano. “Li ho messi dentro la natura – spiega la regista - e sono diventati natura essi stessi. Fra il rumore assordante degli esseri più piccoli, più indifesi”.  Indifesi come lo sono i minori non accompagnati, dei quali il film è un ritratto simbolico. “Con Fiore Gemello racconto di due esseri minuscoli – testuale definizione di Laura Luchetti – che si fanno grandi nell’immensità del mondo ruvido che li circonda”.

  • DATA USCITA: 06 giugno 2019
  • GENEREDrammatico
  • ANNO: 2018
  • REGIA: Laura Luchetti
  • ATTORI: Aniello Arena, Giorgio Colangeli, Anastasiya Bogach, Mauro Addis, Kallil Kone, Alessandro Pani, Fausto Verginelli
  • PAESE: Italia
  • DURATA: 95 Min
  • DISTRIBUZIONE: Fandango
Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]