Mercoledì, 06 Novembre 2019 10:19

“Attraverso i miei occhi”, una famiglia vista dal loro Golden Retriever

Scritto da

ROMA - “Attraverso i miei occhi”, in uscita il 7 novembre, è un film del regista e produttore Simon Curtis, che traspone sul grande schermo il best seller "L'arte di correre sotto la pioggia" scritto da Garth Stein. Gigi Proietti è doppiatore del cane protagonista e voce narrante della storia: un Golden Retriever biondo chiamato Enzo in onore della Ferrari.

Doppiaggio intenso e commovente, che arriva prima di ascoltare Proietti in versione Mangiafuoco nell’atteso Pinocchio di Matteo Garrone. La trama di “Attraverso i miei occhi” narra del pilota di auto da corsa Denny che s’innamora di Eve e infine la sposa. Insieme hanno una figlia.I genitori di Eve sono preoccupati perché pensano che Danny faccia un mestiere molto rischioso e non dia sicurezza alla famiglia. Le incognite della vita però non sono prevedibili ed è la madre a essere colpita da una malattia severa … 

A Roma Gigi  Proietti illustra alla stampa questo film animalista e dal sapore natalizio, che prende sul serio il principio di una leggenda mongola che tramanda come i cani vissuti con noi, con noi si siano identificati e pertanto, dopo la morte, si preparino a reincarnarsi in un essere umano. L’attore, settantanovenne in grande forma, inizia la presentazione rilevando l’importanza del teatro e il dramma della sua frequente chiusura, come accaduto al famoso Valle. Adesso, confessa Proietti, il suo obiettivo primario è quello di tenersi stretta la direzione del Globe Theatre, creato da zero nel 2003, convinto che il bellissimo Globe nel polmone romano di Villa Borghese, sia un’eredità che resterà nel tempo. 

Gigi Proietti dice di amare gli animali e di avere avuto un’infinità di bestiole in casa, persino un piccione che la moglie svedese comprò per sottrarlo alla morte.  Chiamarono il piccione “Poro Toto” e l’uccello visse finché si limitò a saltellare, il giorno che osò spiccare il volo fu azzannato dai cani. L’aneddoto raccontato da Gigi Proietti, porta istintivamente a chiedersi se non accada altrettanto, per paura e invidia, fra gli esseri umani. Ma la fedeltà dei cani ai padroni è proverbiale e Gigi Proietti sintetizza così il senso di questo film gradevole e educativo: “Il cane di ‘Attraverso i miei occhi’ ci insegna qualcosa che noi umani non sempre rispettiamo, cioè che amare significa volere il bene dell'altro e fare di tutto per non farlo soffrire. Il film è una grande metafora su come sarebbe più facile avere rapporti se fossimo d’indole simile ai cani: in loro non c'è odio, voglia di rivalsa, solo lealtà e fedeltà".

Attraverso i miei Occhi (2019) 

Un film di Simon Curtis con Milo Ventimiglia, Amanda Seyfried, Gary Cole, Kathy Baker, Al Sapienza, Martin Donovan, McKinley Belcher III, Patrick Roccas, Karen Holness. Genere Drammatico durata 109 minuti. 

Produzione USA 2019. 

Uscita nelle sale: giovedì 7 novembre 2019 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]