1111.jpg

 

Sabato, 20 Maggio 2017 07:57

Cannes 70. “Wonderstruck”, da un tombino a sognar le stelle. Recensione

Scritto da

CANNES -  Ritroviamo il nostro animo bambino in questo delizioso e commovente film di Todd Haynes, la storia é intrisa di magia e di un sentimento di libertà infantile che si sprigiona dalle immagini, dalle bellissime musiche.

Ricorrente il tema di Space Oddity di David Bowie. Guardando la pellicola si respira un’atmosfera misteriosa. Il regista indipendente americano, ritorna al Festival due anni dopo Carol, in concorso nel 2015 . A ispirare Todd Haynes, un libro per bambini di Brian Selznick il celebre autore di Hugo Cabret. 

I due protagonisti, Rose e Ben,  sono piccoli sordi che vivono in due epoche diverse, una nel 1927, l’altro nel 1977 . Rosa è nata così e abita con suo padre che ha vergogna di lei e la nasconde . Un giorno scappa di casa per andare a New York nella speranza di incontrare la celebre attrice Lillian Mayhew. I paesaggi di una New York agli albori del jazz scorrono attraverso gli occhi della ragazzina .  Ben invece, venuto al mondo a distanza di mezzo secolo, perde in un incidente l’udito e fugge da casa per cercare il padre. 

Le due storie parallele si incrociano. Il fatto che i due personaggi siano sordi e percepiscano la realtà in modo parziale, ha un impatto diretto e forte sul modo di guardare il film, di sentire i silenzi e le musiche. Le due vicende, in bianco e nero quella di Rose e a colori quella di Ben, si intersecano fino a sovrapporsi con una maestria straordinaria .

Applausi di oltre 20 minuti alla proiezione nella Sala Grande. Nel film una splendida Julianne Moore , bellissima sul red carpet, 56 anni e ne dimostra dieci di meno. Con lei anche i giovanissimi interpreti ancora sconosciuti Oakes Fegley e Millicent Simmonds di 12 e 13 anni. Wonderstruck é un bel sogno ad occhi aperti.  Il senso é racchiuso in questa frase apparsa all’inizio del film « tutti noi siamo nati in un tombino e solo alcuni riescono a vedere le stelle ».

  • DATA USCITA: N.D.
  • GENERE: Drammatico
  • ANNO: 2017
  • REGIA: Todd Haynes
  • ATTORI: Oakes Fegley, Michelle Williams, Julianne Moore, Jaden Michael, Millicent Simmonds, Tom Noonan, Amy Hargreaves, James Urbaniak
  • SCENEGGIATURA: Brian Selznick
  • FOTOGRAFIA: Edward Lachman
  • MONTAGGIO: Affonso Gonçalves
  • MUSICHE: Carter Burwell
  • PRODUZIONE: Amazon Studios, Cinetic Media, FilmNation Entertainment
  • DISTRIBUZIONE: 01 Distribution
  • PAESE: USA
  • DURATA: 117 Min

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]