Festival Internazionale del Film di Roma

ROMA - Un’immensa fragilità dell’anima che si vuole nascondere con la maschera di un guerriero fortissimo. Una grave malattia, un tumore al cervello, che divora un bambino e un male altrettanto oscuro e pericoloso, la diffidenza e l’ignoranza nei confronti di chi è diverso, che sfocia nel razzismo. sono raccontati in un film documentaristico,sensibile, i Corpi estranei, film italiano in concorso al Festival del Cinema di Roma. La pellicola è l’opera seconda del regista Mirko Locatelli, un giovane uomo da vent’anni su una sedia a rotelle.

ROMA  (nostra inviata)   “La Santa”, il nuovo film di Cosimo Alemà, è un’opera miracolosamente realizzata con 180.000 euro. Lo ha dichiarato nella conferenza stampa tenutasi al festival di Roma lo stesso regista: prova che, nella selezione meritocratica alla quale i tempi ci stanno abituando, ai migliori per distinguersi basta poco.

ROMA -  (nostro inviato) Il corpo di uomo in decomposizione, non ancora identificato, è steso su una barella di un obitorio in Arizona.

ROMA (nostro inviato) Una storia d'Italia parallela e 'dal basso' raccontata da una visuale assolutamente inedita: quella delle migliaia di lettere inviate nel tempo dai cittadini italiani ai loro Presidenti della Repubblica.

ROMA (nostro inviato) Proprio oggi al festival del film di Roma si è svolto l’incontro tra il pubblico e il regista Jonathan Demme. Dazebao vi racconta il suo ultimo lavoro, alla scoperta di“Enzo avitabile music life”.

ROMA – (nostro inviato) - E' stato il giorno di John Hurt. Il celebre attore britannico si e' confrontato oggi con il pubblico, durante il primo dei numerosi incontri del Festival Internazionale del Film di Roma.  Applausi fragorosi  quando ha fatto il suo ingresso sul palco della Sala Petrassi dell’Auditorium,  presentato da Mario Sesti come uno dei più grandi interpreti della  scuola inglese. Hurt e' tra i caratteristi piu' apprezzati e versatili, capace di adattarsi a ogni tipo di ruolo, protagonista di pellicole memorabili come Alien, The Elephant Man e 1984, tratto dall'omonimo romanzo di George Orwell.

ROMA (nostro inviato) -  Il Parco della Musica animato da ieri sera: giornalisti in fila per l’accredito, operai al lavoro, il tappeto rosso srotolato.  Il sociologo Domenico de Masi afferma che i festival cinematografici siano una sorta di università.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Dall'Austria un allarme da non sottovalutare

Chiunque conosca la biografia di Hitler sa che il futuro Führer non era tedesco bensì austriaco e sa anche che se c'erano due paesi in cui l'antisemitismo la faceva da...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208