Sabato, 17 Novembre 2012 13:58

Roma film festival. Tutti i premi di “Alice nella città”

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA -  “MY SWEET ORANGE TREE” DI MARCOS BERNSTEIN TRIONFA AL CONCORSO DI ALICE NELLA CITTA. PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ALL’ITALIANO “PULCE NON C’È” DI GIUSEPPE BONITO

VITTORIOSO ANCHE IL BILANCIO DI QUESTA DECIMA EDIZIONE 18.806 LE PRESENZE, CIRCA 3.000 IN PIÙ DELLO SCORSO ANNO, 85 CLASSI DI SCUOLE MEDIE E SUPERIORI, OLTRE 70 GLI OSPITI ITALIANI ED INTERNAZIONALI

 

Si conclude oggi la decima edizione di Alice nella Città, la sezione di Cinema per ragazzi, parallela e autonoma dal Festival Internazionale del Film di Roma.


Alle 11.00 nella Salacinema Lotto la Direzione artistica, Fabia Bettini e Gianluca Giannelli, alla presenza della Giuria di Alice nella Città, ha consegnato il Premio come Miglior film del Concorso Young Adult (premio economico di 10.000 euro) di Alice nella Città al brasiliano “My Sweet Orange Tree” di Marcos Bernstein “per il perfetto equilibrio tra poesia ed intrattenimento che ne fa un film tecnicamente elegante senza essere inaccessibile. La forte emotività dei contenuti si fonde con una fotografia suggestiva e dal taglio personale. La fantasia è resa protagonista grazie a scene che rappresentano l’immaginazione del piccolo personaggio Zezè, magistralmente interpretato da Joao Guilherme de Avila, senza nulla togliere alla veridicità e alla profonda intimità del legame tra i personaggi”.

Premio Speciale della Giuria è andato invece a “Pulce non c’è” di Giuseppe Bonito, unico film italiano presente nel Concorso di Alice nella Città. Questa la motivazione: “In un panorama cinematografico internazionale di pellicole poco coraggiose è difficile trovare un film che sussurri con delicatezza l’essenza della vita. È per questo che i giurati di Alice nella Città hanno deciso di assegnare il Premio Speciale della Giuria a ‘Pulce con c’è’, capace di far emergere con onestà, dignità e profonda dolcezza una realtà spesso fraintesa. In modo fresco e leggero la pellicola racconta una quotidianità difficile con uno sguardo innocente, puro, raro”.

Ottimo il bilancio con cui si chiude questa decima edizione di Alice nella Città che può vantare 18.806 presenze, 3.000 in più della scorsa edizione, in 9 giorni di Festival, grazie al coinvolgimento di un  pubblico molto numeroso e di più di 85 classi di scuole medie e superiori, italiane e internazionali. Il costo dei biglietti per il Pala Alice e la Salacinema Lotto è rimasto invariato a 5,00 euro rispetto alla passata edizione.

Più di 70 gli ospiti italiani ed internazionali che si sono susseguiti a Casa Alice dal 9 novembre a oggi, considerando le delegazioni dei film in Concorso e Fuori Concorso, gli Eventi speciali e gli Incontri della serie “Alice incontra”. Importanti anche i dati delle presenze registrate agli Incontri siglati “Appuntamenti con i protagonisti del cinema italiano” organizzati in collaborazione con la Libreria del Cinema, nello Stand allestito a Casa Alice, che hanno registrato un’affluenza di circa 500 persone dall’inizio del Festival ad oggi.

Tutti ospiti che, insieme con il numeroso pubblico dei ragazzi delle scuole e delle famiglie, hanno contribuito a rendere Alice nella Città un vero e proprio villaggio del cinema.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

Poesia

Ragazza di vita

Bellissima...  abitava nel suo corpo puro ma in egual tempo ingombrante nella sua sensuale pienezza. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

L'angolo dei classici

Opinioni

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Colta al volo nella fila davanti alla posta: “Mio marito non vuole andare al compleanno dei nipotini perché – dice- per soffiare sulle candeline i bambini senza mascherina spargono il...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale per la nostra sicure…

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale  per la nostra sicurezza

Nell’era pandemica che stiamo vivendo i laboratori scientifici (laboratori di prova e medici in particolare), si sono rivelati un riferimento fondamentale per mettere in campo nuove soluzioni per individuare, diagnosticare...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]