Mercoledì, 28 Ottobre 2015 11:36

Festa cinema Roma. “Ville-Marie”. Occasione quasi sprecata. Recensione Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA (nostro inviato) -  La celebre attrice Sophie Bernard è a Montreal per le riprese di un film, il che le consente di incontrare il figlio per ricucire una spaccatura: Thomas non è mai riuscito a conoscere la vera identità del padre.

La verità è nel film che lei sta girando. Anche se un incidente, che ridurrà Thomas in fin di vita, rischia di privarlo per sempre della risposta. Il cinema della vita e la vita del cinema: al centro preciso del riflesso una Bellucci mai vista.Strade che si incrociano. Destini che convergono. 

Ville-Marie è un film corale. E, come ogni film corale, c’è un evento che lega i protagonisti alla stessa sorte. Un filo conduttore che fa muovere i personaggi verso un destino comune. Il mondo del cinema è pieno di film così, da Altman a Paul Thomas Anderson, passando al capolavoro Crash di Haggis. 

Anche il regista Guy Edoin ci prova. E, nonostante un incipit inaspettato e magnifico, il film perde un po’ nel corso dei minuti. Colpa di una sceneggiatura che sicuramente è strutturata bene, ma non riesce a colpire e motivare alcuni punti imprescindibili. Anche l’idea di inserire il film nel film dell’attrice e madre di uno dei protagonisti non paga ma, anzi, consegna ancor di più una sensazione di piattezza e vuoto. 

Nonostante alcuni momenti bellissimi ed intensi (il pianto e la scena davanti allo specchio della Bellucci; l’inizio, come già accennato prima, in cui succede qualcosa di inaspettato che fa muovere tutto e ci presenta i vari personaggi; alcuni movimenti di macchina stupendi e ricchi di pathos), il film risulta abbastanza freddo, quando sarebbe stato, di gran lunga, meglio calcare un po’ la mano. Occasione sprecata, ma non del tutto. 

Director: Guy Édoin

Writers: Jean-Simon DesRochers, Guy Édoin

Stars: Monica Bellucci, Pascale Bussières, Aliocha Schneider

Ville – Marie      Trailer

 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077