Venerdì, 21 Giugno 2013 12:59

“Tra cinque minuti in scena”. Una madre, una figlia e il teatro. Recensione. Trailer

Scritto da

ROMA - Presentato alla casa del cinema il film dell’esordiente al lungometraggio Laura Chiossone, dal titolo “Tra cinque minuti in scena”.


Il soggetto ideato con Marco Malfi Chindemi,  racconta di Gianna che si occupa della madre non più autonoma. Gianna è un'attrice e sta provando uno spettacolo che mette in scena il rapporto con una donna molto anziana.  Dunque Gianna recita se stessa, tra il palcoscenico e la vita. La sua esistenza si divide tra la madre non autosufficiente e il teatro. La sua frustrante quotidianità, ritmata dal tempo lento dell’assistenza, è distratta dal divertissement del suo impegno teatrale. Oltre ciò vive un’apparente storia d’amore, che nel Suo ordinario trova poco spazio. Il film mescola toni documentaristici, spaziando dal teatro alla fiction.
 “La cultura è necessaria. Lo spettacolo è l’unica cosa che conta” dice Gianna alle prese con i problemi della madre. Il conflitto madre/figlia, al termine della vita, affida alla seconda la risoluzione. Il teatro è il luogo delle due donne. Da piccola la madre, iscrive Gianna ai corsi artistici: chitarra, canto, tip tap, dizione. Sulla figlia  l’aspettativa del successo nel mondo dello spettacolo. L’anziana donna non sta bene, Gianna teme la perdita di quest’ultima. Tra di esse la paura scopre una nuova intimità ed il cambiamento è affrontato con spirito tragicomico. La mamma di Gianna rivela anch’essa talento teatrale, verve ironica e drammatica allo stesso tempo. La storia di Gianna, testimonia la storia dei piccoli teatri e delle compagnie,  oggi. Alle prese tutti i giorni con la burocrazia dei finanziamenti pubblici e la fatica di proporre uno spettacolo.Uno spettacolo dentro lo spettacolo, perché il teatro è dentro la vita.
Ce lo dice la stessa regista: “Tirando fuori il casuale della vita, una causa esce fuori dall’altra. Volevo raccontare qualcosa di importante, non solo per il pubblico che lo vedrà ma anche per me stessa. E’ il mio primo film e sono orgogliosa delle emozioni che lascia, della gioia e del dolore del vivere che traspare nella relazione così forte tra Gianna e sua madre. Il film nasce grazie a loro, alla loro ironia sarcastica che ride in faccia anche all’angoscia dell’accompagnamento alla fine della vita. Ho imparato molto da loro, tra le altre cose, come regista. Se una storia vuole vedere la luce troverà in ogni modo la strada per uscire allo scoperto”.
In attesa delle reazioni del film da parte del pubblico, “Tra cinque minuti in scena” uscirà in quindici sale dei capoluoghi italiani il prossimo 27 Giugno.
Cast tecnico
Regia:Laura Chiossone
Sceneggiatura:Gabriele Scotti
                         Francesca Tassini

Musiche: Into The Trees

Fotografia: Alessio Viola
                     Francesco Carini

Montaggio: Walter Marocchi

Scenografia: Paolo Sansoni

Costumi: Grazia Materia

Produzione: Marco Malfi Chindemi

Soggetto: Laura Chiossone,
                 Marco Malfi Chindemi

Cast: Gianna Coletti
          Anna Canzi
          Gianfelice Imparato
          Elena Russo Arman
          Luca Di Prospero
          Urska Bradaskja
          Anna Coletti

Dati Anno: 2012
Nazione: Italia
Distribuzione: Parthénos
Durata: 84 min
Data uscita in Italia: 27 giugno 2013
Genere: drammatico
Tra cinque minuti  in scena - Trailer

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Capitale

Una donna Piange nel frastuono della città eterna Sembra un fagotto adagiato Il volto chino sul sudicio sagrato bagnato di pioggia e lacrime Nell' indifferenza di una giornata qualunque Uomini...

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Castelli di sabbia

Castello di sabbia splendi al sole senza mura indifeso sulla bionda spiaggia.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La “bella guagliona” di Bolzano che merita “Otto e mezzo”

La Sette è riconosciuta come il terzo polo televisivo italiano nel campo generalista. Il successo che le sta arridendo non è dovuto a programmi di facile ascolto e di resa...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

C’è un’alternativa nel trattamento dei rifiuti di cui non parla nessuno

Si tratta della la gassificazione al plasma, ovvero “del plasma o assistita dal plasma”, che può essere utilizzata per convertire materiali contenenti carbonio in gas di sintesi per generare energia...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077