Venerdì, 25 Marzo 2016 10:47

Sguardi Altrove. Il SNGCI premia 'Kevin, will my people find peace?’

Scritto da

Alla storia di una giovane  reporter ugandese tenace e coraggiosa di Elisa Mereghetti e Marco Mensa il Premio speciale delle cinegiornaliste coordinate da Laura Delli Colli, Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani

MILANO -E’ 'Kevin, will my people find peace? di Elisa Mereghetti e Marco Mensa un film indipendente che racconta il viaggio di una giovane reporter ugandese, neanche trentenne, alla ricerca di una pace impossibile ma, soprattutto, della verità, il vincitore del premio speciale che una giuria esclusivamente femminile del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani  ha assegnato nell’ambito dell’edizione di Sguardi Altrove chiusa ieri con l’annuncio ufficiale dei vincitori.

Sottolineando l'alta qualità della selezione  di quest’anno, con 'Kevin, will my people find peace? il premio è andato alla storia di una ragazza che con la stessa voglia di verità di una ‘nostra’ Ilaria Alpi diventa nel film testimone  di un giornalismo che racconta come sia possibile, oggi, cercare risposte anche ad una domanda universale di pace e libertà. 

 La sua è “una ricerca coraggiosa, nel territorio di una guerra fratricida come quella che divide l'Uganda” dice il Sindacato nella motivazione “mentre nel mondo  delle guerre editoriali la professione è sempre più 'appannata' da meccanismi, complicità e convenienze che rischiano di far dimenticare le ragioni di chi ancora considera il giornalismo un mestiere alla ricerca della verità”

 La giuria, composta  quest’anno da Laura Ballio, che ha consegnato il premio a Elisa Mereghetti e Marco Mensa, e da  Fulvia Caprara,  Arianna Finos, Teresa Marchesi, Miriam Mauti, Anna Maria Pasetti, Susanna Rotunno e Stefania Ulivi e coordinata da Laura Delli Colli, presidente del Sindacato, ha segnalato  tra i documentari in concorso anche '10940 Women' di Nassima Hablal “per l'originalità dello sguardo femminile su un conflitto e una rivoluzione finora raccontati solo da un grande film d'autore come 'La battaglia di Algeri' di Gillo Pontecorvo"

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

L'angolo dei classici

Cinema: “Interstellar”, l’amore oltre il tempo e lo spazio

Il film di Christopher Nolan è uno dei classici della fantascienza per l’accuratezza degli effetti speciali, la descrizione di tematiche complesse sui buchi neri e per l’aspetto emotivo della storia

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Opinioni

Un’ora d’aria, anzi di Musica. Il lavoro dei grandi compositori entra in carcere…

Il Coro Gesualdo a Rebibbia: “l’uomo non nasce “stonato” va semplicemente “ri-accordato”, affrancato e confortato” Sono le ore dieci e trenta di un venerdì qualsiasi e alla Casa di Reclusione di...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077