Martedì, 28 Febbraio 2017 16:24

Nastro d’Argento Doc. Premio speciale per Franca. Chaos and Creation

Scritto da

Il Sngci ricorda che, con alcuni premi e menzioni (in parte già noti,) saranno 6 i Nastri consegnati Venerdì 3 Marzo: con i tre premi dell’anno, al miglior documentario nelle sezionicinema del reale, cinema e spettacolo e docufilm, un riconoscimento speciale che sarà reso noto domani e i due dedicati alla storia professionale di Gianni Minà e Giorgio Pressburger.

Redazione

 

ROMA -   C’è un premio speciale per Franca. Chaos and Creation di Francesco Carrozzini nel palmarès dei Nastri d’Argento documentari che saranno consegnati a Roma Venerdì prossimo, 3 Marzo dal Sngci. Opera prima di notevole interesse, nel suo modo di raccontare un personaggio speciale come il mito Sozzani, il film –si legge nella motivazione del Sngci- “è un viaggio nella moda, nel glamour, nel costume, nella società ma è anche il risultato di un percorso speciale, interiore e insieme quotidiano, privato e a tratti assolutamente intimo nel quale la forza creativa di una donna unica si stempera nella confidenza madre-figlio con una sincerità assoluta e non facile.”

 Francesco Carrozzini, 1982, fotografo e con questo film al suo esordio alla regia, è il figlio di Franca Sozzani e la sua è una storia particolare nel rapporto con la madre. Cresciuto con  lei, senza aver conosciuto a fondo il padre, ha deciso, infatti, d’accordo con Franca Sozzani, di dedicare proprio a una donna speciale come sua madre, un documentario girato con particolare sensibilità, diventato, ora, oltre il ritratto personale e l’omaggio ‘professionale’ alla sua storia, un autentico tributo dopo la sua morte prematura, il 22 Dicembre scorso. Franca Sozzani, storica direttrice di Vogue Italia, era stata a lungo ammalata e il tumore che aveva combattuto con grande riservatezza e dignità l’ha portata via ad appena 66 anni

Franca. Chaos and Creation, oltre l’icona che tra moda e giornalismo, per ben 28 anni, ha guidato la testata simbolo della moda e del costume italiano nel mondo, è stata una grande talent scout (l’intuito per i più ‘grandi’ le ha fatto valorizzare protagonisti come Gianni Versace, Giorgio Armani e nel mondo personaggi come Bruce Weber o Peter Lindbergh) sapendo utilizzare l’immagine di splendide modelle per lanciare alcune campagne particolari, che hanno lasciato un segno di denuncia e provocazione: contro il razzismo poi, con immagini choc, contro gli eccessi della chirurgia estetica e le violenze domestiche.

«Non si può sempre piacere a tutti e soprattutto non si deve». Ha scritto qualche anno fa  ma nel film, come in quel blog di cui si parlò molto, proprio lei, a tu per tu con suo figlio, è ancora una volta la migliore a parlare di sè e a raccontarsi senza troppi pudori. Diceva che «Il successo ce lo si guadagna, ce lo si inventa”. E che “niente arriva per caso anche se la fortuna di cadere al posto giusto, nel momento giusto, con la persona giusta agevola parecchio”. Ma la sorte, si sa, è alterna  e solo il talento è la vera forza». “Sosteneva i più giovani ,per esempio con premi e concorsi (come Who’s Next)” ricorda Laura Delli Colli, presidente del Sindacato “Felice del successo del film e di suo figlio, all’ultima Mostra di Venezia, quandoFranca  ha avuto la sua anteprima internazionale, sarebbe certamente felice di poterlo applaudire oggi con noi”

 

 

I Nastri DOC 2017

 I Giornalisti Cinematografici ricordano che sono quest’anno 30 i film finalisti su 55 ammessi alla prima selezione nella sezione dedicata al ‘cinema del reale’ ma soprattutto che i premi vengono assegnati su un totale di oltre 90 i titoli –tutti di una qualità particolarmente interessante- tra i quali sono stati scelti i finalisti e le ‘cinquine’ già annunciate: film presentati nell’anno solare, nei grandi Festival cinematografici e/o nelle rassegne specializzate, poi usciti in sala o in dvd e sul web o trasmessi da una rete televisiva.

Il Sngci ricorda che, con alcuni premi e menzioni (in parte già noti,) saranno 6 i Nastri consegnati Venerdì 3 Marzo: con i tre premi dell’anno, al miglior documentario nelle sezionicinema del reale, cinema e spettacolo e docufilm, un riconoscimento speciale che sarà reso noto domani e i due dedicati alla storia professionale di Gianni Minà e Giorgio Pressburger.

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Il ritorno dell'esule

Quelle terre così lontane al di là del mare. Quel suolo natio dove l’anima mia vola come l’ape di fiore in fiore. Lasciai macerie, una guerra dei sassi un canto selvaggio. Terra scossa inchiodata da un coperchio di...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Resilienza

Non siamo come ci vogliono gli altri  siamo noi, con le nostre storie di fatica per la vita che ci strappiamo a denti stretti

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Notre Dame de Paris: le reliquie salvate

Una scintilla, forse solo una stupida scintilla, si accende all’interno dei uno dei più conosciuti templi del cristianesimo, Notre Dame de Paris. Una scintilla che presto diventa una fiamma che...

Nicoletta De Matthaeis - avatar Nicoletta De Matthaeis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]