Lunedì, 08 Gennaio 2018 15:31

Castelvecchi. “Enrico e Francesco. Pensieri lunghi” di Pietro Folena. Recensione

Scritto da

“Enrico e Francesco. Pensieri lunghi”, il nuovo saggio di Pietro Folena, indaga la nostra storia recente alla luce del pensiero socialista e cristiano di due grandi leader il cui segno è eredità preziosa per il presente e per il futuro: Enrico Berlinguer e Papa Francesco.

In questo senso i loro pensieri “lunghi” sarebbero indicazione per la nostra vita nel “lungo periodo”, se saremo in grado di farne tesoro. L’autore raccoglie, registra, spiega. Non riproduce ritratti agiografici, aggiunge analisi di giudizio che muovono domande.

La prima parte pone a confronto gli scritti di Enrico Berlinguer e Papa Francesco su temi attualissimi e fondamentali, portando alla luce lo spirito solidale e francescano che esiste in entrambe le esperienze spirituali, quella comunista e quella cristiana. Folena, da maieuta, ne eviscera i punti di contatto che si offrono a intuizioni per un pensiero nuovo. Scrive Pietro Folena: “L’affinità tra Enrico e Francesco, pur nelle profonde differenze culturali e ideali, sta proprio in questo andare oltre, nella costante critica alla società e ai privilegi, nell’attenzione agli ultimi e al lavoro. Si tratta di testi che invitano a riflettere”. 

Pilastro imprescindibile è la questione della pace, dove le parole di Enrico Berlinguer e Papa Francesco sono un canone a due voci che indica una via obbligata, quella dell’amore. Ancora Folena: “Il mondo di Enrico è diviso in blocchi. Incombe il pericolo di una devastante guerra nucleare. Il disarmo diventa la cifra dell’impegno politico per la vita. Il mondo di Francesco è frantumato, dominato da nuove forme di violenza. La terza guerra mondiale si realizza in forme sconosciute. Al fondo ieri come oggi rimane il problema di un ordine pacifico, fondato sul rifiuto della violenza”. Pietro Folena ci offre il contributo di entrambi in tema di ambiente e specie umana, lavoro e giustizia sociale, la dignità e la libertà delle donne, le nuove frontiere della scienza e della cultura, analizza difficoltà e fallimenti insiti nel governo del mondo senza trascurare la questione morale, fino alla necessità di un rinnovamento della politica e dei partiti.

La parte centrale del libro ha per titolo “I ragazzi di Berlinguer”, un testo di successo dell’autore del 1997 con un capitolo aggiuntivo del 2004: racconta chi è stato Enrico Berlinguer e quali le tappe storiche del suo percorso. L’ultima parte infine, nelle stesse parole di Pietro Folena, mira a chiarire “come e perché, morto Berlinguer, specie con gli anni Novanta e Duemila si è disperso un intero patrimonio culturale e umano. In qualche modo è venuta meno una comunità”. Tale capitolo si chiama significativamente “L’Evaporazione”, dove ciò che è andato dissolvendosi, gradatamente fino a sparire, è la ricchezza della sinistra italiana. E questo proprio mentre nell’aria si fa sempre più sentito il bisogno di una sinistra che contenga l’imperativo cristiano della solidarietà sociale. 

Pietro Folena 

Enrico e Francesco. Pensieri lunghi.

Castelvecchi editore

Pag. 286

Euro 17.50

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077