Domenica, 15 Luglio 2012 12:06

Sara Tommasi. Successo hard tra misteri e bugie. Rocco Siffredi: "Un film squallido"

Scritto da
Sara Tomassi Sara Tomassi

ROMA - C'è stupore per la notizia, diffusa dai distributori della pellicola hard con Sara Tommasi, sul successo di mercato del video a luci rosse che vede protagonista la bella showgirl.

Secondo le indiscrezioni sarebbero già state vendute ben 25mila copie del dvd. Un successo in un momento di crisi nera per il settore dove difficilmente si contano a migliaia le copie del prodotto venduto. Il dvd (o la versione del video scaricabile) viene venduto a 19,90 Euro. Una bella somma moltiplicata per il numero delle copie vendute.

Tuttavia sul caso restano mistero insoluti. Piovono critiche e bocciature dai professionisti del mestiere che bollano come inguardabile il film hard di Sara.   La critica più aspra è quella di Rocco Siffredi, star internazionale del cinema a luci rosse: "Quel film non ha nulla a che vedere con  l'hard. E' squallido e senza senso. E' palese che lei non stia bene,  ma questo già si sapeva da quando sono stati resi pubblici gli sms hot  che mandava in giro a politici e personaggi famosi. Prodotti del genere  fanno solo male al cinema hard".


Ci si chiede anche perché gli adepti dovrebbero acquistare la pellicola quando su siti Internet come Youporn.com e Xvideos.com si trovano ampi stralci del film assolutamente gratis? A completare il quadro l’enigma delle denunce presentate da Sara e da alcune persone che parlavano di droga, di circonvenzione e di abusi. Appare strano che, di fronte ad accuse tanto gravi (rigorosamente smentite dal produttore-regista) non sia ancora intervenuta la magistratura per accertare come realmente siano andati i fatti e, soprattutto, per sequestrare il film evitandone la distribuzione. E' facile immaginare cosa possa significare per una giovane donna sapere che immagini così intime possano circolare liberamente senza la propria autorizzazione.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Ne…

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Nervi in Vaticano

Il Covis19 si sta impossessando di tutto, in tutto il mondo. Disneyland, tempio del divertimento, chiuso da tempo per evitare assembramenti, è diventato un “centro covid”, dove al posto dei...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Le cellule cancerose sarebbero in grado di proteggersi in una sorta di letergo, quando sono minacciati dal trattamento chemioterapico. E' quanto emerso in una ricerca apparsa sulla rivista scientifica Cell. 

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]